Il Perù fra i paesi più poveri e a rischio a causa della pandemia: raccolta fondi della diocesi di Como

Ecco come partecipare

Il Perù, e soprattutto la capitale Lima, è uno degli epicentri della pandemia in America Latina

Tra i tanti settori che hanno risentito della crisi legata al coronavirus, anche tutte le attività benefiche e di volontariato hanno subito uno stop, a volte semplicemente perché non si poteva fisicamente sostenere un progetto, altre perché il difficile momento economico imponeva di tagliare anche le spese solidali. In particolare i progetti della Quaresima e della Pasqua 2020 della diocesi di Como non hanno potuto essere finalizzati a causa appunto delle restrizioni imposte e in particolare della sospensione delle celebrazioni. È per questo motivo che il 4 e il 5 luglio verrà messa in campo una colletta straordinaria per i progetti missionari di carità.

I fondi sosterranno le parrocchie del Perù in cui sono impegnati i missionari comaschi don Savio Castelli, don Roberto Seregni e don Ivan Manzoni. Quelle di questi tre padri sono comunità ancora più in affanno vista l’accresciuta povertà, originata dal coronavirus. Il Perù, e soprattutto la capitale Lima, è infatti uno degli epicentri della pandemia in America Latina.

A Como sabato e domenica, oltre alla colletta, verranno lette le preghiere dei fedeli preparate appositamente per questo momento di sensibilizzazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

Torna su
QuiComo è in caricamento