De Corato, dalle squadre ai nuclei anti assembramento h24

Quella mania di ordine e sicurezza che affligge l'assessore regionale

Controlli in città (Foto di repertorio)

L'assessore regionale Riccardo De Corato è perseguitato dall'insicurezza. Non perde occasione per stanarla. Che si tratti di lotta alla droga o di assembramenti, esiste comunque un'unica soluzione "armata" al problema. Nei giorni scorsi aveva scritto ai sindaci lombardi invocando le "squadre anti assembramento", nome tanto infelice quanto l'idea, ora torna all'attacco con i prefetti rilanciando il progetto attraverso l'istituzione di veri e propri nuclei specializzati ad evitare che in giro per le città lombarde si formino assembramenti, vietati a causa dell'emergenza Coronavirus

Dopo il caso Navigli, strumentalizzato da più parti e usato come nuovo scudo per spostare ancora le responsabilità, l'assessore alla sicurezza regionale non ha perso tempo e ieri ha scritto ai prefetti delle 12 province lombarde ed ancora ai sindaci dei comuni capoluogo di provincia ed a quelli più popolosi. 

Sul tavolo, ha fatto sapere la regione in una nota - la richiesta di istituire "nuclei anti assembramento misti formati da agenti di polizia locale e forze dell'ordine, possibilmente h24 e di pronto intervento per impedire sul nascere ogni tipologia di assembramento e soprattutto di condotte in violazioni delle norme emanate e tutt'ora in vigore".

Insomma un piccolo esercito pronto a intervenire di giorno e di notte, ma soprattutto all'ora dell'aperivo, per disperdere folle di incoscienti che non rispettano le regole. Quel pizzico di clima militare che piace tanto a De Corato e che fa sentire tutti più sicuri. Come se fin qui avessimo assitito alla disubbidienza come sistema e non  avessimo invece visto, almeno in Lombardia, città deserte. Come se tutte le forze dell'ordine non bastassero a risolvere quei pochi casi fuori norma. Come se distribuire paura fosse una necessità di questa stagione e non un grave errore. 

De Corato, convinto che la via della forza sia quella giusta, ha infine auspicato l'intervento dei prefetti affinché valutino la proposta "da approfondire nei comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza pubblica per trovare immediate soluzioni alle problematiche".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

  • Quattro ristoranti? Di più, ecco chi sono i master chef lariani

  • L'Orrido di Nesso, la cascata che fa paura e rumore quando piove

  • Canzo, ecco dove vive ancora lo Spirito del bosco: la camminata che vi porterà in un mondo incantato

  • Mentre Boris Johnson accusa l'Italia, la compagna Carrie Symonds si diverte sul Lago di Como

  • Cavallasca, uomo fuori controllo si aggira per le strade: la segnalazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento