rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Coronavirus

Covid, come procede la quarta dose in Lombardia: open day a Pasquetta

Per over 80 e fragili anche senza prenotazione: orari e dove andare

In Lombardia sono circa 3mila le dosi già somministrate e 13mila le prenotazioni per la quarta dose di vaccino anti covid. Stando agli ultimi dati forniti dalla Regione considerando che le inoculazioni sono cominciate il 12 aprile, nella prima giornata di appuntamenti sono state iniettate 2.706 dosi, con 2.417 over 80 che si sono già sottoposti al "secondo richiamo". Sono invece 13.507 le prenotazioni, di cui 12.766 per persone dagli ottanta anni in su. A Como e provincia le somministrazioni sono cominciate giovedì 14 aprile in via Napoleona e a Menaggio (qui gli orari e le informazioni). 

La quarta dose - avevano chiarito dal Pirellone - è destinata agli "over 80, agli ospiti dei presidi residenziali per anziani e agli over 60 con elevata fragilità". Le dosi potranno essere somministrate dopo almeno 4 mesi, 120 giorni, dalla terza dose, tecnicamente definita prima dose di richiamo, e al momento "non è indicata per i soggetti che abbiano contratto l'infezione da Sars-CoV-2 successivamente alla somministrazione della prima dose di richiamo".

I lombardi vaccinabili con la quarta dose sono 519.710. "La vaccinazione di questa platea è garantita da 35 hub vaccinali distribuiti su tutto il territorio regionale, 370 farmacie aderenti e 6 cooperative di medici di medicina generale. Coinvolti in questa fase della campagna vaccinale anche 58mila ospiti delle Rsa e 70.231 cittadini con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti e preesistenti di età pari o superiore a 60 anni", avevano spiegato dalla regione. 

L'open day di Pasquetta

E proprio dalla regione hanno organizzato il primo open day riservato a chi deve ricevere la quarta dose. L'appuntamento è per lunedì 18 aprile, giorno di Pasquetta, al centro vaccinale di Sesto San Giovanni, al civico 83 di viale Matteotti, che aveva già sperimentato gli open day serali, con grande successo. 

"Le persone di età pari o superiore a 80 anni e le persone con elevata fragilità dai 60 anni di età potranno ricevere la somministrazione della quarta dose di vaccino, seconda dose booster, senza prenotare dalle ore 10 alle 18", avevano annunciato dalla regione presentando l'iniziativa.

"Lo stato di emergenza è cessato - aveva sottolineato la vicepresidente e assessore al welfare, Letizia Moratti -, ma la nostra lotta contro il coronavirus non è ancora finita. In Lombardia, grazie all'eccezionale numero di vaccinati, nonostante l'aumento dei contagi di questi giorni, la situazione resta sotto controllo. Tuttavia, è fondamentale mantenere alta l'attenzione nei comportamenti quotidiani e, soprattutto, - ha concluso - continuare a proteggere con il vaccino i nostri anziani e le persone estremamente vulnerabili".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, come procede la quarta dose in Lombardia: open day a Pasquetta

QuiComo è in caricamento