Coronavirus, a Como tre nuovi positivi: "In Lombardia la carica virale del 50% dei casi è molto bassa"

L'intensiva scende a 59 pazienti ricoverati in tutta la Lombardia

Un pò di sollievo con i dati di oggi, 17 giugno, circa i contagi da Covid-19 che giungono puntualmente dalla Regione Lombardia. Como e provincia registrano solo tre nuovi positivi (ieri erano 10) e, in generale fatta eccezione per Bergamo, la situazione sembra davvero migliorare. Un dato molto importante riguarda i ricoveri in terapia intensiva, che scendono ancora di 10 unità, il che significa che ad oggi, in tutta la Lombardia sono 59 le persone ancora in reparto intensiva e se pensiamo al recente passato, la decongestione degli ospedali non può che farci ben sperare. In merito alle affermazioni degli scorsi giorni sui 'debolmente positivi' arriva, sempre dall'assessore Giulio Gallera, una spiegazione più comprensibile e riguarda la "carica virale dei positivi". 

«Dei 242 nuovi positivi di oggi, 58 sono riferiti a tamponi eseguiti a seguito di test sierologico.
Nel complesso, 128 casi odierni risultano 'debolmente positivi' ovvero, come affermano gli esperti, con carica virale molto bassa. Si tratta quindi di persone, nella maggior parte dei casi, clinicamente guarite, ma in attesa di una negativizzazione completa. Da rilevare inoltre un ulteriore calo di 10 pazienti nelle terapie intensive e di 106 pazienti nei reparti di degenza». L’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, ha commentato così i dati da Coronavirus relativi alla giornata di oggi, 17 giugno 2020.

17 giugno-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Un malore improvviso: addio a Mario Bottiani, fiorista del mercato coperto

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Follia Lidl, anche nel Comasco file e corse per le scarpe (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

Torna su
QuiComo è in caricamento