L'appello di Confcommercio Como: "Troppe segnalazioni legate alla "movida", siate responsabili"

Le scorrettezze di pochi soggetti potrebbero creare danni a tutti

Forse perchè il fine settimana si avvicina e la prudenza non è mai troppa, Confcommercio ha deciso di fare un accorato appello a tutti gli esercenti delle attività che sono state riaperte, specie a quelle legate alla così detta "movida". Bar e ristoranti, quindi sono invitati alla massima responsabilità per evitare che le scorrettezze di pochi possano riperquotesi su tutta la categoria e creare dei danni economici irriversibili. 

L'appello di Confcommercio alla "movida" di Como

Ecco il testo integrale:

«Sono sempre più numerose le segnalazioni di problemi collegati soprattutto alla movida e più in generale ad attività che non rispettano le prescrizioni e gli obblighi che ci sono stati recentemente imposti.
Questi quindici giorni sono importanti e potranno fare la differenza per evitare che comportamenti sbagliati possano costringere Stato e Regione ad assumere provvedimenti che sarebbero disastrosi per tutta la categoria in queste ore di ripresa.
L’appello della Confcommercio Como a tutti gli operatori è ancora una volta teso ad agire con la responsabilità e la professionalità che abbiamo sempre dimostrato e soprattutto per evitare che le scorrettezze di pochi soggetti possano penalizzare un’intera categoria. Non è nostro compito sostituirci alle Forze dell’Ordine ma sicuramente è indispensabile un’estrema collaborazione per evitare conseguenze più gravi. Ci siamo impegnati quindi per comunicare quali siano i corretti comportamenti ai nostri avventori ma gli stessi devono a loro volta agire in maniera tale da evitare il diffondersi della pandemia e pertanto di ritornare alle drammatiche giornate che purtroppo abbiamo già vissuto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Deserto Malpensa: le surreali immagini di un viaggio da Como ad Addis Abeba

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

Torna su
QuiComo è in caricamento