menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le vie del centro di Como

Le vie del centro di Como

Como zona gialla, riaprono al pubblico bar e ristoranti: le norme da seguire

Ecco cosa dice il governo sulle riaperture dei locali pubblici dal 1 febbraio in Lombardia

A partire da lunedì 1 febbraio 2021 la Lombardia, e quindi anche Como, torna in zona gialla. Il ministro della Salute Roberto Speranza, infatti, ha dato l'ok alla nuova ordinanza che vede la nostra regione uscire dall'arancione. Dopo il pasticcio dei dati con l'Iss, i numeri di contagi e ospedalizzati in regione stanno migliorando. Finalmente bar e ristoranti possono riaprire al pubblico.

Si può tornare, quindi, a sorseggiare un cappuccino al bar o a mangiare al tavolo di un ristorante. Ecco, nel dettaglio, cosa dice il governo sulle riaperture dei locali pubblici. 

  • In zona gialla è possibile consumare cibi e bevande all’interno dei bar, dei ristoranti e delle altre attività di ristorazione, dalle 5 alle 18. Negli stessi orari è consentita senza restrizioni la vendita con asporto di cibi e bevande.
  • La vendita con asporto è possibile anche dalle 18 alle 22, ma è vietata in tali orari ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina (e altri esercizi simili) o commercio al dettaglio di bevande.
  • La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.
  • Nelle aree o negli orari in cui è sospeso il consumo di cibi e bevande all’interno dei locali, l’ingresso e la permanenza negli stessi da parte dei clienti sono consentiti esclusivamente per il tempo strettamente necessario ad acquistare i prodotti per asporto e sempre nel rispetto delle misure di prevenzione del contagio. Non sono comunque consentiti gli assembramenti né il consumo in prossimità dei locali.

Gli autogrill rimangono sempre aperti.

  • Possono restare aperti oltre le ore 18 solo gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia in zona gialla (rafforzata) dal 26 aprile: cosa riapre

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid a Como, il bollettino del 17 aprile: 233 nuovi casi

  • Cronaca

    Parapendio caduto a Eupilio: ferito uomo di 60 anni

  • Coronavirus

    Il racconto del primo comasco vaccinato con Sputnik

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento