Indagini in sette RSA di Como e provincia per omicidio ed epidemia colposi

Le indagini cominciate dopo le segnalazioni dei parenti: le accuse sono, al momento, verso ignoti

La Procura di Como ha aggiunto un'altra RSA nella litsa delle indagini in corso per omicidio colposo ed epidemia colposa. Al momento le accuse sono a carico di ignoti. Sarebbe, nel nostro territorio, la settima su cui si cerca di fare chiarezza circa le sospette morti di pazienti e visitatori per il coronavirus. Al centro della bufera, nel Comasco, anche due ospedali. I pm sono coordinati, come si legge anche sul sito di Codacons.it, dal Procuratore Nicola Piacente e gli accertamenti sono stati avviati dopo alcune segnalazioni da parte di parenti di persone decedute, di un operatore sanitario a anche del Codacons stesso. In uno di questi esposti, sarebbero state segnalate 40 morti risalenti ad una sola RSA e legate alla malagestione per la pandemia in atto. Sono in corso le verifiche da parte degli inquirenti e dei carabinieri del Nas. Il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri ha dichiarato: “Grazie ai Nas, ora per le Rsa serve rivoluzione nella gestione”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

  • Piccole imprese che resistono, la storia di Alessandra :"I miei clienti, la mia forza mi dicevano: non mollare"

  • Deserto Malpensa: le surreali immagini di un viaggio da Como ad Addis Abeba

Torna su
QuiComo è in caricamento