I ristoratori di Como si preparano alla protesta: insegne accese e tavolino apparecchiato

Prefettura permettendo, dovrebbe svolgersi domani, 28 aprile, alle ore 21

È in programma per la serata di domani, 28 aprile, la protesta dei ristoratori comaschi. Si attende la conferma dalla prefettura ma l'organizzazione si è già mossa e sembra che abbiano aderito in tanti. La protesta consisterebbe in un'azione simbolica, ovvero tenere accesa l'insegna e mettere un tavolino apparecchiato fuori dal proprio ristorante. La 'manifestazione' silenziosa e simbolica non sarà solo nel nostro capoluogo, ma in tutta Italia. Uno scendere in piazza metaforico, per cercare di salvare il salvabile e dare un'altra possibilità agli addetti ai lavori del settore, uno dei più colpiti dalla pandemia del Covid-19. Una sorta di flash mob, dall'hasthag #risorgiamoitalia. Una manifestazione sostenuta anche da Mio (Movimento imprese ospitalità), che vuole accendere i riflettori su una problematica concreta e su delle richieste ben precise fatte al Governo per risolverla, ma mai ascoltate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

Torna su
QuiComo è in caricamento