Bollettino coronavirus, oltre 11mila casi in Lombardia, a Como 891

Negli ospedali della Regione ci sono in tutto 6.423 persone affette da SarsCov2

È sempre critica la situazione coronavirus in Lombardia. Nella giornata di sabato 7 novembre sono stati accertati altri 11.489 casi in tutta la Regione (a fronte di 46.099 tamponi); il rapporto fra tamponi effettuati e i nuovi positivi è del 24.92 %. Tra Milano e hinterland sono state trovate altre 4.520 persone positive al virus. A Como e provincia sono segnalati 891 positivi, ieri erano 941. 

I dati sono stati resi noti dalla Protezione Civile con il consueto bollettino.

Nelle ultime 24 ore si sono registrati altri 40 ricoveri di persone con gravi insufficienze respiratorie nei reparti di terapia intensiva; in totale i reparti di rianimazione stanno curando 610 casi. I posti letto occupati dai pazienti meno gravi sono aumentati di 250 unità per un totale di 5.813. Negli ospedali della Regione ci sono in tutto 6.423 persone affette da SarsCov2.

Si allunga la scia di morte provocata dal virus. In una sola giornata ha ucciso altre 108 persone; il totale (ufficiale) è arrivato a quota 18.226.

unnamed (11)-2

Per Lombardia zona rossa "stop al pagamento delle tasse"

"Considerato che i ristori per i cittadini e per le aziende costrette a chiudere o a rallentare le attività per l'inclusione della Lombardia in 'fascia rossa' non saranno né immediati né tantomeno sufficienti, occorre dare un segnale chiaro e immediato di sostegno. Lo dobbiamo ai lombardi che si trovano in una situazione già particolarmente difficile. È indispensabile che il Governo annulli subito il pagamento delle tasse per l'intera Lombardia". 

Questa la richiesta nelle scorse ore del sottosegretario di Regione Lombardia con delega ai Rapporti con il Consiglio Regionale, Fabrizio Turba, all'indomani dell'inclusione della Lombardia in 'fascia rossa' e quindi sottoposta alle restrizioni più strette per l'epidemia da coronavirus.

"Questa richiesta appare una necessità ancora più urgente - ha aggiunto Turba - a fronte delle tante scadenze di pagamento di tasse, imposte e tributi previste nel mese di novembre. Scadenze a cui devono far fronte le partite Iva e le persone fisiche. A questi lavoratori - ha concluso - che in tutti i mesi passati hanno sofferto in silenzio e spesso sono stati dimenticati, è fondamentale dare un segnale forte e immediato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Como, litiga con la moglie e cammina per 450 chilometri per smaltire la rabbia

  • Lockdown di Natale: dal 20 dicembre al 10 gennaio tutti a casa

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Allarme al Sant'Anna, 3 bambini colpiti dalla sindrome di Kawasaki. Forse correlazione con covid

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

Torna su
QuiComo è in caricamento