menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cantù, il comune contro il lavoro 'in nero' di estetisti e parrucchieri abusivi a domicilio

Tramite un comunicato invita i cittadini a non richiedere questi servizi abusivamente

In questo periodo di quarantena, si sa, i negozi sono stati per lo più chiusi, fatta eccezione per i supermercati e poche altre tipologie. Ma evidentemente qualcuno non segue le restrizioni alla lettera e cerca di accedere ad alcuni servizi in maniera abusiva, magari ricevendo il presunto parrucchiere o estetista ( forse senza gli adeguati attestati e/o non in regola) direttamente a domicilio.

Il comune di Cantù però tramite un comunicato di oggi, 29 aprile, ci tiene a disincentivare il lavoro in nero e le attività abusive, non solo per una questione economica ma anche e sopratutto per non mettere a rischio la sicurezza e la salute dei cittadini. Vi riportiamo il testo integrale: 

«L’Amministrazione Comunale invita tutti i cittadini a non richiedere servizi di barbiere, estetista o parrucchiere esercitati da figure abusive al proprio domicilio o al domicilio del soggetto erogante.

Il Comune di Cantù è contrario ad ogni tipo di attività illegale o irregolare. Dalla fine di febbraio, molte attività commerciali canturine hanno dovuto chiudere, nel rispetto delle misure di contenimento dell’epidemia da Covid-19. Si tratta di una decisione obbligata, alla quale abbiamo dovuto aderire. Sono trascorsi ormai 2 mesi, da questa dolorosa scelta e vogliamo mostrare vicinanza a tutti gli esercenti regolari e certificati.

Oggi più che mai, è necessario essere solidali e rispettosi delle leggi: richiedendo le suddette prestazioni, erogate da personale non certificato, si mettono a rischio la salute e la solidità economica dell’intera comunità».

Il comunicato è firmato dal vicesindaco, Giuseppe Molteni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia, nuova ordinanza: intere province in arancione "scuro"

WeekEnd

Le 5 migliori gite del weekend in zona gialla sul Lago di Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento