Coronavirus

Bloccati i vaccini AstraZeneca a Como e in tutta Italia

Il 10 marzo erano arrivate a Como 9200 dosi. Ritirati anche in Francia e Germania

Astrazeneca arrivati a Como con SDA

Stop ai vaccini AstraZeneca. A Como e in tutta Italia.

L'agenzia italiana del farmaco, Aifa, ha infatti deciso di estendere "in  via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell'Ema, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid 19 su tutto il territorio nazionale". 

"Tale decisione è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei. Ulteriori approfondimenti sono attualmente in corso", hanno assicurato dall'Aifa. Il prossimo passo. Gli altri paesi europei che hanno bloccato Astrazeneca sono Francia e Germania. 

A Como erano arrivati a destinazione la mattina del 10 marzo i furgoni del corriere di Poste Italiane, SDA, per la consegna di 9.200 dosi del vaccino AstraZeneca, destinate al territorio. 

I mezzi speciali, attrezzati con celle frigorifere avevano raggiunto la destinazione finale presso l’ASST Lariana – Presidio Ospedaliero Sant’Anna, in Via Ravona 20 a San Fermo della Battaglia ma il giorno dopo un primo lotto venne sequestrato in Lombardia e in tutta Italia. Era il lotto ABV2856 di AstraZeneca. 

Il perchè del ritiro del primo lotto ABV2856 di AstraZeneca

La decisione di Aifa era arrivata dopo la morte di due uomini in Sicilia subito dopo le somministrazioni. Per quello l'agenzia del farmaco aveva deciso "in via precauzionale di emettere un divieto di utilizzo di tale lotto su tutto il territorio nazionale" e si era riservata "di prendere ulteriori provvedimenti, ove necessario, anche in stretto coordinamento con l’Ema, agenzia del farmaco europea". "Al momento - avevano sottolineato da Aifa - non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e tali eventi". 

Domenica 14 marzo, invece, in una nota la stessa Aifa aveva cercato di rassicurare tutti sulla sicurezza del siero anti covid di AstraZeneca. "I casi di decesso verificatisi dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca hanno un legame solo temporale. Nessuna causalità è stata dimostrata tra i due eventi. L’allarme legato alla sicurezza del vaccino AstraZeneca non è giustificato", avevano spiegato.

E ancora: "Aifa sottolinea che le attività di farmacovigilanza proseguono sia a livello nazionale che europeo in collaborazione con EMA, monitorando con attenzione possibili effetti avversi legati alla vaccinazione. Aifa - si concludeva la nota stampa - rassicura fortemente i cittadini sulla sicurezza del vaccino AstraZeneca per una ottimale adesione alla campagna vaccinale in corso".

Il nuovo lotto AstraZeneca sequestrato 

Già nella giornata di oggi, lunedì 15 marzo, però, un nuovo lotto AstraZeneca era stato sequestrato. La procura di Biella ha infatti disposto a scopo precauzionale il sequestro preventivo d'urgenza su tutto il territorio nazionale del lotto ABV5811 del vaccino AstraZeneca cui apparteneva la fiala di vaccino somministrata a Sandro Tognatti, docente di musica 57enne deceduto il giorno dopo essersi sottoposto al vaccino. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccati i vaccini AstraZeneca a Como e in tutta Italia

QuiComo è in caricamento