menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Zia Nora, 106 anni

Zia Nora, 106 anni

Bellagio, Zia Nora guarisce dal covid a 106 anni

Onorina, questo il suo nome all'anagrafe, è ospite alla casa di riposo Greco De Vecchi

Arriva finalmente oggi, 16 dicembre, una bella notizia che ci fa concludere la giornata con un sorriso, in barba al covid e al periodo storico che stiamo vivendo.

Un'ospite della RSA Greco de Vecchi di Bellagio è, infatti, guarita dal covid. La notizia sarebbe già di per se meravigliosa ma se aggiungiamo che "Zia Nora" (così viene chiamata in famiglia) ha ben 106 anni, diventa addirittura fantastica ed incredibile. 

Onorina Cranchi, questo il suo nome all'anagrafe, è attualmente nella zona della RSA dedicata a chi si è da poco negativizzato, se non addirittura, ci dice al telefono la moglie di suo nipote, nella zona "verde".

La guarigione della signora Onorina ci viene quindi confermata dalla famiglia, dove sono tutti felici ed entusiasti di Zia Nora, una donna molto legata al nostro territorio, con alle spalle anni di lavoro presso il Grand Hotel Tremezzo dove, sei anni fa aveva festeggiato i suoi cento anni e dove speriamo l'anno prossimo possa essere festeggiata per i 107, come avrebbe voluto anche quest'anno. 

È la nipote, Enrica, a mandarci con amore e gentilezza, alcune foto che ritraggono Nora in tutta la sua vitalità, e ci svela anche una curiosità: "Onorina indossa sempre jeans ... Anche ora. Sono un simbolo della sua sportività e che ha sempre indossato."

Nella foto che abbiamo utilizzato come copertina Nora si trova proprio a casa di Enrica, in una delle "solite domeniche pre covid in cui ci raggiungeva per gustare la polenta, in assoluto il suo piatto preferito". La signora Nora ha sempre amato gli animali e in particolare i cani. Per questo Enrica, ci manda anche una foto con i suoi pro pro nipoti e il cane di famiglia, Flip. 

pro pro nipoti-3

Zia Nora, una vita avventurosa

Enrica ci spiega anche perchè viene da tutti loro chiamata zia Nora, e ci svela altri dettagli della vita senz'altro avventurosa di questa coraggiosa e tenace 106enne: 

«La chiamiamo Zia perché lei, in realtà, non è mia nonna. Lei non ha figli. È la sorella di mia nonna. Quindi per me e mio fratello è zia Nora. Se vuole un'altra curiosità, dopo tre figlie femmine, il padre si aspettava finalmente un maschio che doveva essere chiamato Onorato come suo padre ma nacque un'altra femmina e quindi il nome predestinato al maschio fu trasformato in Onorina. Non so se ci sia qualcun'altro con questo nome "rimediato" al momento.Comunque per tutti è Nora.»

Non credo basterebbe un articolo per raccontare anche solo qualche vicenda della lunga vita di Nora. Ma è senz'altro emozionante, tramite Enrica e le sue foto, viverla attraverso l'amore della sua famiglia, di tutte le generazioni che ha visto crescere. E con quegli occhi che guardano lontano, dal balcone della nipote Enrica, sembra che in lei ci sia ancora tanta, tanta vita. Le immagini recenti di Nora che ha sconfitto, in barba alle statistiche, questo virus ci fanno stare bene. Grazie Nora, grazie Enrica!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Avanza l'ipotesi zona rossa per tutta la Lombardia dall'8 marzo

Coronavirus

Como e provincia in zona arancione rinforzata

Coronavirus

Zona arancione fino a domenica 7 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento