Coronavirus

AstraZeneca, è caos: la Lombardia da l'ok alla seconda dose con Moderna e Pfizer

“La riorganizzazione del programma vaccinale - spiega la Nota - avverrà negli stretti tempi necessari sulla base delle dosi di vaccino disponibili”

È caos per la somministrazione della seconda dose di AstraZeneca in Italia e in Lombardia. Oggi, 12 giugno, le indicazioni per i lombardi sono già cambiate due volte.

Poco più di due ore fa, intorno alle ore 13, arrivava da Regione Lombardia un comunicato che sospendeva i richiami Astrazeneca per gli under 60 sia con AstraZeneca stesso, che con Pfizer e Moderna in "via precauzionale". A questo è seguita una nuova comunicazione che riportiamo testualmente ed integralmente.

“Alla luce della circolare del Ministero della salute e del collegato parere Aifa, Regione Lombardia provvederà alla somministrazione della seconda dose di vaccino ai cittadini under 60 vaccinati con AstraZeneca in prima dose, alla somministrazione eterologa, ossia con vaccino Pfizer o Moderna”. Lo comunica in una Nota la Direzione Welfare della Regione Lombardia. “La riorganizzazione del programma vaccinale - prosegue la Nota - avverrà negli stretti tempi necessari sulla base delle dosi di vaccino disponibili”. Il comunicato è giunto da Regione Lombardia alle 15.48 di oggi, 12 giugno

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AstraZeneca, è caos: la Lombardia da l'ok alla seconda dose con Moderna e Pfizer

QuiComo è in caricamento