rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Coronavirus

15 cambi di colore in 5 mesi: l'arancione rafforzato è già vecchio, arriva la super zona rossa

Nei prossimi giorni è attesa una nuova sfumatura di lockdown

Chi lo avrebbe detto che un anno dallo scoppio della pandemia, la Lombardia entrò per la prima volta in zona rossa l'8 marzo 2020, ci saremmo trovati ancora nella stessa situazione? Probabilmente nessuno. Così come più nessuno da tempo dice ancora che andrà tutto bene. La speranza e la fiducia in una via di uscita a breve sono state arrotolate come vecchie bandiere e riposte in soffitta. 

Nonostante le promesse sul vaccino anti-covid - l'ultima è arrivata ieri dal ministro Speranza quando ha affermato che tutti gli italiani saranno vaccinati entro l'estate - dopo 12 mesi di duri sacrifici l'unica certezza che abbiamo in tasca è che la pandemia sarà ancora lunga. Negli ultimi 5 mesi quest'infinita emergenza - sanitaria, sociale, economica - ha logorato il Paese mettendolo a dura prova all'interno di un autentico labirinto di divieti e restrizioni a colori. 

Dallo scorso 6 novembre, la Lombardia ha vissuto un continuo cambio di zone: gialla, arancione, rossa. E poi l'ultima novità dell'arancione scuro. Tra errori e certezze, aspettiamo il venerdì come si attende una condanna: l'ultima sentenza per Como è persino arrivata in anticipo rispetto al resto della Regione. Un autentico tourbillon di colori dal quale pensavamo di poterne uscire almeno dopo le vacanze di Natale. E invece l'indice Rt, ormai regolato dalle varianti del virus, ci tiene ancora prigionieri all'interno di un labirinto di colori che in soli 5 mesi ha fatto ben 15 cambiamenti di tinte.

Districarsi tra le varie sfumature dipinte con i pennelli delle zone e dei Dpcm è diventato quasi un lavoro. Almemo sino a Pasqua, ma è più facile pensare che prima del mese di  maggio non ci saranno buone novità, il meccanismo dei colori pantone resterà lo stesso. Così, mentre tutti vorremmo provare l''unico colore rimasto assente dalla tavolozza, quello della zona bianca, ci stiamo invece avvicinando a lunghi passi verso un'ultima sfumatura di rosso. Una super red zone alla quale il governo sta lavorando da oggi. Si parla di weekend "chiusi" e di coprofuoco anticipato.

Insomma è in arrivo, al massimo entro venerdì 12 marzo, un'altra stretta, l'ennesima di questa morsa che sta segnando anche il 2021. Sembra quindi che il dogma delle chiusure ci terrà compagnia per buona parte della prossima primavera ma soprattuto che distanziamento e mascherine non ci abbandoneranno nemmeno quest'anno. E se tra poco arriverà l'ora legale e le giornate si allungheranno, ci toccherà ancora andare a letto presto. Ma si sa, questo maledetto virus, che da 12 mesi ha stravolto la vita di tutti, ha dimostrato fin qui di poter fare quel che vuole. E l'idea è un po' quella che si stia cercando di fermare l'acqua con le mani. Piene di sapone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

15 cambi di colore in 5 mesi: l'arancione rafforzato è già vecchio, arriva la super zona rossa

QuiComo è in caricamento