Coronavirus, tratta Como-Milano: autostrade e treni deserti

Molti in auto con la mascherina

I treni del mattino praticamente deserti nella tratta Como-Milano

Nel primo giorno di chiusura delle scuole in Lombardia a causa del Coronavirus, 24 febbraio 2020, i treni di Ferrovie Nord che coprono la tratta tra Como e Milano hanno visto diversi convogli praticamente vuoti anche nelle ore di punta, come il primo mattino, in cui di solito l'affluenza è molto alta. E mettiamoci pure che le università sono chiuse e anche alcuni uffici comunali, ma ci si poteva aspettare che con il normale funzionamento di tutte le altre attività i treni fossero meno affollati ma comunque frequentati.

coronavirus treni deserti como milano-2

Il secondo busillis riguarda l'alternativa, perché se è vero che coloro che normalmente prendono il treno potrebbero scegliere l'auto - per evitare di dover condividere uno spazio chiuso con decine di altre persone -, sarebbe lecito aspettarsi un intasamento delle autostrade. E invece anche la A9, almeno nel tratto tra Como e la metropoli, era molto meno trafficata del solito, alcuni hanno parlato addirittura di “carreggiate deserte”. Una volta arrivati a Milano poi, non è stato raro vedere persone in macchina indossare la mascherina.

Ma che cosa sta quindi succedendo? Probabilmente a Como chi appena appena ne aveva la possibilità, essendoci le scuole chiuse e quindi i bimbi a casa, ha scelto di non recarsi al lavoro, magari approfittando delle varie occasioni di smart working o usando delle ferie arretrate. Qualcuno magari aveva già programmato una mini vacanza, visto che le scuole a Como sarebbero state chiuse comunque due giorni per il carnevale.
Resta da capire cosa succederà nei giorni prossimi, perché è chiaro che condurre ai suoi eccessi un andamento del genere porterebbe alla paralisi dell'economia e della produzione.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Como usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

Torna su
QuiComo è in caricamento