Attualità

Coronavirus: il Ticino chiude altri 5 valichi minori

A Como rischio ingorghi a ridosso delle dogane aperte

Il traffico a Brogeda già intasato dopo le prime chiusure di valichi minori: ora si teme che la situazione possa peggiorare

Lo Stato Maggiore cantonale ha deciso ulteriori misure per arginare la diffusione del contagio da coronavirus, fra queste c’è la chiusura di 5 nuovi valichi, che vanno ad aggiungersi ai 9 serrati l’11 marzo. Già da oggi 17 marzo infatti Pizzamiglio, Arogno, Brusino, Camedo e Fornasette non saranno transitabili.

Ma qual è lo scopo di chiudere i valichi minori? “Questi ulteriori provvedimenti sul confine tra Svizzera e Italia sono stati introdotti a seguito della decisione del Consiglio Federale di proclamare lo stato di situazione straordinaria – fanno sapere le autorità ticinesi -. Con le chiusure di questi valichi secondari, il traffico sarà ulteriormente incanalato verso i grandi valichi di confine, permettendo quindi all'amministrazione federale delle dogane di svolgere al meglio il suo compito di controllo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: il Ticino chiude altri 5 valichi minori

QuiComo è in caricamento