menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Lombardia pensa al blocco totale: "Negozi e uffici chiusi, trasporti fermi"

Gallera e Fontana: "Pensiamo a misure estreme per tutta la regione, altri 15 giorni così non li reggiamo"

Sarebbe il coprifuoco vero, il blocco totale senza se e senza ma. Negozi, uffici, trasporti: tutto fermo, se non assolutamente indispensabile (quindi di fatto alimentari e farmacie). La proposta arriva dall'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera che, dati alla mano, propone alla Giunta Regionale di valutare questa misura estrema da protrarsi per 15 giorni. La ragione sono i dati allarmanti, che negli ultimi 4 giorni non hanno dato nessun segnale di miglioramento. In Lombardia sono oltre 5000 i contagi e più di 300 i morti e soprattutto sono al collasso le terapie intensive di quasi tutti gli ospedali, con il numero degli impianti di intubazione che cominciano a rivelarsi insufficienti rispetto al numero di contagiati che manifestano sintomi gravi di polmonite virale.

E a Gallera fa subito eco il presidente Attilio Fontana: "Le mezze misure non servono a nulla, è il tempo della fermezza. Ho incontrato i sindaci dei capoluoghi lombardi e il presidente di Anci Lombardia e tutti sono d'accordo nel chiedere una chiusura totale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Como e la Lombardia in zona arancione da lunedì 1 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento