menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nella provincia di Como circa un quarto dei positivi viene dalle case di riposo

+154 casi secondo i dati di oggi, ma incidono molto i dati delle RSA

Sono 2439 i casi di Covid-19, dall'inizio dell'epidemia, nella provincia di Como. Secondo i dati pervenuti dalla regione oggi, 18 aprile, poche ore fa, nella nostra provincia si registra un nuovo picco di casi, +154. Questo dato deve essere letto in base alle considerazioni sulle RSA emerse e discusse tra le organizzazioni sindacali e Ats. 

Durissimo l'attacco del 15 aprile dei sindacati ad Ats Insubria (ex Asl), responsabile, a loro dire di non avere fatto abbastanza per prevenire e contrastare la diffusione del contagio da coronavirus nelle cosiddette Rsa, vale a dire le case di riposo che ospitano anziani e disabili. I dati snocciolati dalla stessa Ats Insubria sono chiari: erano stati distribuiti alle Rsa della provincia di Como 29.878 dispositivi di protezione e sono stati effettuati o distribuiti 415 tamponi per operatori ed ospiti.
Da queste considerazioni era partita una dura lettera dei sindacati al'Ats. Tutte le polemiche insorte devono aver sortito l'effetto di maggiori controlli. 

La Regione ha quindi (finalmente) reso noti dei dati circa i pazienti delle RSA positivi al Covid-19 e nella provincia di Como sarebbero, al momento, 581: quasi uno su quattro dei positivi nel territorio lariano (che ne conta 2439) proviene da una RSA.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Como e la Lombardia in zona arancione da lunedì 1 marzo

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Zona arancione fino a domenica 7 marzo

  • Attualità

    La conversione ecologica dell'aperitivo sul Lago di Como

  • Coronavirus

    La Svizzera riapre (quasi) tutto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento