Primo giorno di scuola

Como, primo giorno di scuola: il sindaco Alessandro Rapinese in visita al Gallio

“Ricordatevi che avete la fortuna di studiare"

Anche quest’anno puntuale è suonata la prima campanella allo storico Collegio Gallio di Como. Tutti in classe dalla sezione Primavera alla quinta liceo, dai 2 ai 18 anni insomma. Il primo giorno di solito non si scorda mai, ma gli studenti del Gallio avranno qualcosa in più da raccontare, ovvero il saluto del sindaco di Como, Alessandro Rapinese.

Introdotto dal padre rettore Giovanni Benaglia e dal direttore generale Fabio Monti, il sindaco ha visitato il Gallio per un suo saluto agli studenti raccolti nel primo cortile dell’istituto del centro di Como.

“Ricordatevi che avete la fortuna di studiare, una fortuna che purtroppo oggi non hanno ancora tutti nel mondo” ha detto il sindaco Rapinese, prima di ricordare che anche lui è passato dal Gallio.

Quattro anni di elementari, prima di trasferirsi a Cavallasca.
“Quarantadue anni fa ero già qui al Gallio, sapete?” ha spiegato il sindaco per poi spiegare ai ragazzi l’importanza della formazione che si riceve sui banchi di scuola. “Studiare è un discorso di benessere collettivo, non dobbiamo pensare solamente a noi stessi. Pensate quanto è importante avere dei buoni medici o dei buoni ingegneri per la collettività. Ma anche delle buone cuoche e, perché no un buon sindaco. E’ importante essere sempre preparati nella vita perché si hanno anche responsabilità verso gli altri”.

A questo punto il sindaco con la consueta verve ha chiesto agli studenti se qualcuno di loro stesse pensando un domani di fare anche il sindaco. “Oggi ci sono io, ma per il futuro di Como ci sarà anche bisogno di un buon sindaco. Alzi la mano chi vorrebbe fare il sindaco?”. Silenzio. Nessuno inizialmente alza la mano, poi un bambino delle elementari prende coraggio e si propone tra gli applausi di tutti. “Ecco, uno lo abbiamo trovato. Buon anno scolastico e viva il Collegio Gallio” ha detto Rapinese.

Quindi un ultimo saluto agli studenti non prima che i più piccoli della Primavera e dell’Infanzia gli portassero alcuni piccoli doni realizzati nei laboratori di inizio anno. “Il Gallio è una scuola per la vita ha detto bene il sindaco – ha concluso la cerimonia il rettore Giovanni Benaglia – vivete in armonia il vostro presente, ma pensate sempre che anche domani, da grandi sarete in mezzo agli altri”. Ora tutti a studiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, primo giorno di scuola: il sindaco Alessandro Rapinese in visita al Gallio
QuiComo è in caricamento