Como: nuova manifestazione contro la privatizzazione degli asili nido comunali

Timori dei sindacati per stipendi, precarietà e qualità del servizio: "Tutta la cittadinanza dovrebbe partecipare"

Il 15 luglio il Consiglio Comunale dovrà decidere definitivamente le modifiche da apportare al regolamento degli asili nido, con il rischio secondo Cgil, Cisl, e Uil della privatizzazione del servizio. Il sindacato è preoccupato soprattutto per le modifiche alla retribuzione dei dipendenti, qualora le strutture fossero appaltate esternamente. L’esempio del sindacato è questo: la retribuzione media di un educatore potrebbe ridursi di 300 euro lordi mensili e per di più con un aumento di 8 ore rispetto all’orario attuale.

“La gestione privata di un servizio per sua natura in perdita è una scelta sbagliata – ammoniscono i vertici di Cgil, Cisl, e Uil Como - perché ha effetti negativi sul personale e sulla qualità del servizio, anche in termini di continuità. Il privato a differenza del pubblico – continua il comunicato - deve garantirsi un profitto: il sistema educativo pedagogico comunale, ricco di eccellenti professionalità che si sono costruite negli anni, rischia di essere svuotato gradualmente, mentre i bambini meritano un servizio dignitoso per sé e per il personale”.

C’è anche un secondo dato che riguarda gli asili e che preoccupa particolarmente i sindacati: il numero dei bambini in lista d’attesa, che supera il 100. La soluzione di Palazzo Cernezzi sarebbe, secondo Cgil, Cisl, e Uil, aumentare le assunzioni a tempo determinato, ma questo - avvertono - porterebbe a un’ulteriore precarizzazione e quindi non garantirebbe la continuità del servizio.

“Torniamo a presidiare il Consiglio Comunale – avvertono i sindacati - per protestare contro questa assurda e intempestiva scelta dell’Amministrazione di modificare il regolamento. Chiediamo al Sindaco e alla Giunta di sospendere queste modifiche e d’investire di più sul futuro degli asili nido comunali con un gesto concreto. Servono assunzioni a tempo indeterminato. Questa è una battaglia di civiltà e di dignità dei bambini, delle famiglie e dei lavoratori”.
Invito quindi alla cittadinanza a partecipare al presidio: l’appuntamento è alle 19.45 di mercoledì 15 luglio, all’ingresso di Palazzo Cernezzi su viale Lecco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

  • Quattro ristoranti? Di più, ecco chi sono i master chef lariani

  • Lago di Como come in una favola, il matrimonio di Elettra Lamborghini: le foto social

  • Elettra Lamborghini e Afrojack sul lago di Como per il grande giorno: tutto sulle nozze

  • L'Orrido di Nesso, la cascata che fa paura e rumore quando piove

  • Mentre Boris Johnson accusa l'Italia, la compagna Carrie Symonds si diverte sul Lago di Como

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento