rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità

La Como Nuoto chiede aiuto per la piscina

Lanciata una raccolta fondi per la copertura dell'impianto di viale Geno

L’ Associazione Sportiva Como Nuoto, fondata nel 1919 sulle rive del nostro Lago, oggi rischia di non poter più esercitare la sua missione sociale trasmettendo i valori dello sport e la passione del nuoto alle nuove generazioni. Dal 2019, con la chiusura della piscina olimpionica di Como, Como Nuoto ed i suoi atleti, che competono nei campionati maschili e femminili nazionali, peregrina per le piscine lombarde e svizzere per potersi allenare e disputare gare di nuoto o partite di pallanuoto. A novembre 2022 anche la piscina di Chiasso che ci ospitava nel periodo invernale ha chiuso.

Como Nuoto ha lanciato il cuore oltre all’ostacolo: ha coperto la piscina estiva di viale Geno affittando una tendostruttura. Grazie a questo intervento, da inizio dicembre 2022, 200 atleti, a partire dai più piccoli (classi 2013 e 2012) fino agli atleti delle 2 squadre seniores maschile e femminile, hanno potuto proseguire le attività. I costi della struttura e quelli per il suo esercizio per i soli 4 mesi invernali sono stimati in oltre € 90.000

Grazie al supporto delle famiglie e di alcuni generosi sponsor, sensibili alle problematiche educative, Como Nuoto è riuscita a raccoglierne una parte, ma ora chiede ai cittadini e alle aziende un contributo lanciando la campagna #MiServeUnTettoCaldo per far sì che la Como Nuoto possa continuare la sua missione sociale nella formazione dei nostri giovani. Al momento atttraverso questa campagna sono stati raccolti 20mila euro. Chi vuole donare può farlo qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Como Nuoto chiede aiuto per la piscina

QuiComo è in caricamento