rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Attualità

Asili nido di Como, multa ai genitori in ritardo, Salvini a Rapinese: "Una sciocchezza"

L'indignazione

La notizia delle multe di 50 euro previste per i genitori ritardatari negli asili nido di Como ha fatto presto il giro d'Italia e creato molte polemiche a Como e non solo. Tra tutti chi si è pronunciato apertamente sulla vicenda è stato Matteo Salvini che con estrema sintesi ma anche determinazione ha scritto sulla sua pagina Facebook: 

"Multa di 50 euro se mamma o papà portano il figlio in ritardo all’asilo? Un po' di rispetto per le famiglie e i loro problemi quotidiani non guasterebbe, spero che il Comune di Como ritiri questa sciocchezza"

Multe per i genitori in ritardo all'asilo: la delibera 

Nella seduta di lunedì 13 marzo 2023 - alla quale erano presenti anche il sindaco Alessandro Rapinese e il vicesindaco Nicoletta Roperto (delega alle Politiche educative) - ha stabilito che i genitori che nell'arco dello stesso mese per quattro volte (anche non consecutive) porteranno il bambino al nido (o andranno a prenderlo) dopo il suono della campanella, potranno incorrere in una sanzione di 50 euro.
Immediatamente si è fatta sentire la reazione dell'opposizione. Barbara Minghetti (Svolta Civica) sul suo profilo pubblico su Facebook pone la seguente domanda (ironicamente retorica, ovviamente): "Chi multa gli amministratori che non risolvono i problemi di traffico che creano ritardo ai genitori?". Una domanda tutt'altro che gratuitamente provocatoria o polemica, visti i ben noti problemi di traffico che attanagliano Como. Basta ricordare i disagi causati dai passaggi a livello in centro città che nel caso di un doppio passaggio ravvicinato di treni possono rimanere abbassati per interminabili minuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asili nido di Como, multa ai genitori in ritardo, Salvini a Rapinese: "Una sciocchezza"

QuiComo è in caricamento