Attualità

Gino Bernetti, il "nonno" dei finanzieri lariani compie 100 anni

È stato impegnato, tra gli altri nei corpi della guardia di finanza di Como, Cernobbio e Olgiate Comasco: un grande esempio per tutte le fiamme gialle

Il maresciallo Gino Bernetti

Il Maresciallo Maggiore Aiutante, in congedo assoluto, Gino Bernetti compie cento anni.
Al Maresciallo Maggiore Aiutante, è stato consegnato il messaggio di buon compleanno inviatogli dal Capo di Stato Maggiore del Comando Generale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Umberto Sirico. Nell’occasione, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Como, Col. t.ST Giuseppe Coppola, ha consegnato la medaglia commemorativa per il centenario della Scuola Alpina di Predazzo fatta pervenire dal Comandante Regionale Lombardia, Generale di Divisione Stefano Screpanti.

Una vita nelle 'fiamme gialle'

La sua vita è un vero e proprio libro di storia; Gino Bernetti nasce il 26 febbraio 1921 a Novi Ligure (AL) e si arruola nel Corpo dell’allora Regia Guardia di Finanza il 17 agosto 1940. Il 2 aprile 1941, è stato inviato al settore di frontiera di Villa del Nevoso (territorio italiano diventato ora della Repubblica di Slovenia, ex Jugoslavia) in territorio dichiarato di guerra. Infatti, ha preso parte, dall’aprile 1941 al novembre 1942, alle operazioni di guerra svoltosi alla frontiera Italo – Jugoslava col reparto di Braiani mobilitato a
disposizione del settore di frontiera di Villa del Nevoso, partecipando, con disciplina ed onore, al Secondo Conflitto Mondiale.

Nell’anno 1942/1943, è stato nominato tiratore scelto con la pistola di tiro al bersaglio.

Finita la guerra è stato impiegato nel Corpo della Guardia di Finanza in molti reparti situati in Lombardia: Bergamo, Pavia, Varese ma, soprattutto, nella provincia di Como, Cernobbio (Monte Bisbino), Olgiate Comasco (Colombirolino, Serafino) Uggiate, Como e Ponte Chiasso (alcuni Reparti ormai “soppressi” ma vivi nella memoria del territorio comasco).

E’ stato autorizzato a fregiarsi del distintivo della Guerra di Liberazione e della Croce d’Oro al merito di Servizio.

Si è congedato il 27 febbraio 1977 dal Corpo della Guardia di Finanza, rimanendo in contatto con l’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia e continuando a rappresentare un fulgido, vitale e cristallino esempio per tutte le Fiamme Gialle.
Il Maresciallo Maggiore Aiutante Gino Bernetti è il più longevo militare in congedo appartenente al Corpo della Guardia di Finanza residente nella Provincia di Como.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gino Bernetti, il "nonno" dei finanzieri lariani compie 100 anni

QuiComo è in caricamento