menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Como, flash mob in piazza Verdi per celebrare il Teatro: "Impossibile riaprire a queste condizioni"

La maniFESTAzione di oggi, 15 giugno

«La difficile crisi sanitaria ed economica sta mettendo a dura prova i lavoratori dello spettacolo e della cultura, i quali hanno già
manifestato a livello nazionale il 30 maggio rivendicando ascolto e tutele.
Si stima che il settore dello spettacolo, che impiega nel nostro Paese 145 mila persone generando oltre 8 mld di euro di ricchezza (ricerca di Symbola-Unioncamere del 2019), abbia perso finora circa 1,5 mld di euro. Riaprire potrebbe sembrare la soluzione giusta ma con le attuali disposizioni di sicurezza tra sanificazioni, posti in sala drasticamente ridotti e distanziamento su palco in realtà diventa molto complesso reggere i costi. Oltre a non permettere un sostentamento economico, cosa ancor più grave, non poter tornaretra la gente priva dell’essenza stessa di questo lavoro: l'incontro.

Per questi motivi, per la prima volta, l'intera comunità teatrale comasca si riunisce e scende in piazza e invita a partecipare: lavoratori dello spettacolo - artisti, maestranze, docenti, i tantissimi professionisti che operano nel teatro - ma anche spettatori, allievi e amatori. Tutti sono chiamati ad essere presenti per ricordare che il Teatro esiste».

Queste le parole giunte alle redazioni e oggi, 15 giugno, queste parole si sono concretizzate nel flash mob.

Si è chiesto ad ogni partecipante di portare con sé il proprio oggetto del cuore legato al teatro (costume di scena, maschera, biglietto di un concerto...) e il proprio testo preferito (poesia, canzone, testo teatrale, ...) per essere interpretato in coro, tutti insieme contemporaneamente, durante la maniFESTAzione. 

Presenti circa 150 persone. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento