Attualità

"Como è una città per vecchi (e ricchi)": i consigli dei ragazzi per ringiovanirla

Decine di commenti e molti giovani incontrati per strada hanno sollevato principalmente tre cose che andrebbero cambiate per "svecchiare" la città

Ogni volta che, parliamo di turismo o attualità o ogni qual volta che si da un'informazione circa un evento cancellato a Como, ecco che arriva il commento sul fatto che sia una città poco adatta i giovani. Giusto oggi, 12 agosto, sotto l'articolo che riportava che non ci sarebbe stata la Sagra della Gioventù, un lettore G.G., ha commentato: "Gioventù" e "Como" nella stessa frase fa venire i brividi".

Abbiamo cercato, quindi, di raccogliere un pò di consigli costruttivi sia girando per la città ed interpellando i ragazzi, sia recuperando qualche commento sulla nostra pagina Facebook.

Cominciamo col dire che i ragazzi interpellati in giro per la città sono un coro unanime: i locali serali chiudono troppo presto. 

Martina, 20 anni dice: «Ma vi sembra normale che se uno vuole far serata deve andare a Milano? O sull'altra sponda del lago? Perchè, parliamoci chiaro Lecco è molto più viva».

La faccenda orari dei locali accende, da anni, polemiche tra i giovani di Como e le varie amministrazioni. 

Non solo orari, però, anche il programma degli eventi della città non accontenta la fascia d'età più giovane che si sente abbandonata a se stessa. Scrive Giuseppe: «Se mi siedo su un muretto con la birra in mano mi dipingono come un debosciato, che non fa nulla. Io lavoro e studio ma a Como non c'è nulla da fare, nulla: mai una festa, un concerto per giovani: solo cose che possono piacere a persone adulte per non dire vecchie e ricche.»

Anche a livello di strutture, comunque sembra che Como latiti. Abbiamo sentito nell'intervista fatta a Simone (qui il link) come, per esempio, non ci siano strutture adeguate per gli skaters anche se sono 20 anni che si cerca una soluzione. 

Infine l'ultima "pecca", secondo i giovani, sono i prezzi: troppo alti.

I consigli dei ragazzi per ringiovanire Como

Per cercare di essere costruttivi, e non solo critici, abbiamo chiesto loro, concretamente, cosa si potrebbe fare: ecco le risposte ( elencate) 

- Creare una zona concerti, ma non solo concerti di classica: a Como manca il rock. Far venire cantanti e band che piacciono ai giovani 

- Lasciare i locali aperti la sera nei fine settimana e d'estate anche in settimana almeno fino alle 2 di notte

- Individuare punti di raduno (come potrebbe essere un'area Skateboard) non degradati, di modo da avere luoghi anche diurni dove potersi incontrare senza disturbare o vagare per la città come zombie

Per quanto riguarda i prezzi, dice F.C: «Capisco che Como sia anche una città turistica, ma non si potrebbero fare due prezzi? Uno per i comaschi e uno per i turisti?»

I messaggi e le parole dei giovani in merito alla questione sono davvero tanti. Se avete idee, proposte o osservazioni siamo pronti a scriverne.

«Tanto, conclude Martina, poi non si farà nulla come sempre. Speriamo davvero che a furia di parlarne qualcuno sia accorga di noi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Como è una città per vecchi (e ricchi)": i consigli dei ragazzi per ringiovanirla

QuiComo è in caricamento