rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Attualità

Como non è una città per bambini: ecco perché Codacons diffiderà il Comune

Nel mirino i parchi giochi della città

Le lamentele per la sporcizia e la scarsa manutenzione di alcuni parchi a Como sono arrivate anche a Codacons che, tramite un comunicato, ha spiegato i motivi per cui diffiderà il Comune di Como. Sporcizia, scarsa manutenzione dei servizi igienici pubblici e giochi rotti rendono i parchi della città inaccessibili ai bambini. Ad esempio i servizi presenti nel parco in via Vittorio Emanuele sono spesso presi d'assalto da comitive di turisti e nessuno si occupa di pulirli e rifornirli di carta igienica e sapone.

Altri parchi della zona sono invece caratterizzati da giochi e panchine rotti, sporcizia e persone che non rispettano le regole, lasciando liberi i cani o fumando per poi gettare a terra i mozziconi.

Il Presidente del Codacons, avvocato Marco Maria Donzelli, commenta sulla situazione:"È inaccettabile che aree pubbliche in cui dovrebbe essere garantita la sicurezza dei più piccoli siano diventati zone pericolose dove sporcizia e inciviltà regnano sovrani. Serve maggiore cura e controlli per garantire il benessere di chiunque li frequenta e soprattutto la sicurezza per i bambini che giocano"

Il Codacons: presenteremo una diffida al Comune di Como affinché vengano installate delle telecamere di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como non è una città per bambini: ecco perché Codacons diffiderà il Comune

QuiComo è in caricamento