Attualità

Coronavirus, a Como arrivano i camper per i tamponi "a domicilio": il giorno prima un sms di avviso

Le aree della provincia interessate - Como, Ponte Lambro, Cantù, Olgiate Comasco, Menaggio - saranno raggiunte da un camper e il personale potrà così erogare il servizio direttamente sul territorio

Asst Lariana ha avviato oggi, 10 giugno, un progetto che prevede l’esecuzione dei tamponi nasali direttamente sul territorio.

“Si tratta di un’iniziativa, progettata e coordinata dal direttore socio sanitario Raffaella Ferrari che ha come obiettivo portare i servizi sanitari vicino ai cittadini, secondo i principi di prossimità e territorialità” osserva il direttore generale di Asst Lariana, Fabio Banfi.

Le aree della provincia interessate - Como, Ponte Lambro, Cantù, Olgiate Comasco, Menaggio - saranno raggiunte da un camper e il personale potrà così erogare il servizio direttamente sul territorio. Tale modalità, oltre che di vicinanza, risponde anche all’obiettivo di ridurre l’esposizione dei cittadini al rischio contagio. I residenti che beneficeranno di tale servizio sono: operatori sanitari; pazienti dimessi dalle aree Covid che devono riscontrare e attestare la negativizzazione per certificato di guarigione; pazienti che devono eseguire il tampone precedente agli esami pre-ricovero; pazienti per i quali è stata richiesta l’esecuzione del tampone da parte del medico di base o da Ats insubria. Il tampone viene eseguito dall’operatore (medico/infermiere) in modalità drive-through, ossia senza che il cittadino debba scendere dall’auto, nel giro di 5 minuti.

Sono già stati definiti come luoghi per la sosta a Como l’area di via Napoleona, a Ponte Lambro l’area dell’ex distretto; a breve, di concerto con le amministrazioni locali, saranno definiti i luoghi per la sosta a Cantù, Menaggio e Olgiate Comasco. “In relazione alla domanda - aggiunge Ferrari - potranno essere contemplate anche altre sedi. Il servizio proseguirà settimanalmente fino a quando se ne rivelerà il bisogno”.

Come funziona

Le persone vengono convocate con un sms il giorno precedente e ricevono un messaggio di posta elettronica con le indicazioni per raggiungere la sede più vicina (non è possibile quindi presentarsi direttamente senza essere stati convocati). E’ obbligatorio presentarsi in automobile e preferibilmente da soli. Nel caso in cui l’esito del tampone sia negativo, il test andrà ripetuto. Dopo il secondo esito negativo finisce il periodo di quarantena e le persone saranno informate dagli operatori delle aziende sanitarie. Nel caso in cui invece il tampone sia positivo, questo andrà ripetuto dopo una settimana.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, a Como arrivano i camper per i tamponi "a domicilio": il giorno prima un sms di avviso

QuiComo è in caricamento