Attualità

Coronavirus: anziano positivo scappa dall'ospedale di Como e prende un taxi

Rintracciato nella bergamasca, sarà denunciato per epidemia colposa

Era ricoverato da sabato nel reparto malattie infettive dell'Ospedale Sant'Anna perché trovato positivo al coronavirus, ma si stava annoiando ed evidentemente non riteneva che le sue condizioni fossero sufficientemente gravi da obbligarlo al ricovero. Per questo motivo ieri, 2 marzo, un uomo di 70 anni di Casnigo in provincia di Bergamo è scappato dalla struttura. All'alba si è vestito senza farsi vedere dal personale sanitario e allo stesso modo ha raggiunto l'ingresso. Qui ha preso un taxi e, ovviamente senza avvisare l’autista delle sue condizioni di salute, gli ha chiesto di essere accompagnato a casa: tragitto di circa un'ora che i due uomini hanno passato chiusi insieme nell'abitacolo. Per questo motivo il povero taxista sarà costretto a 14 giorni di giorni di quarantena, giorni durante i quali ovviamente non potrà lavorare. Nel frattempo sarà sottoposto  tutti gli accertamenti per capire se possa a sua volta aver contagiato qualcun altro.

Il settantenne intanto, dopo che il personale sanitario si è accorto della sua assenza, è stato rintracciato a casa sua nella bergamasca e qui di nuovo affidato ai sanitari e ricoverato. Ora sarà denunciato per inosservanza di un ordine dell'autorità giudiziaria o per epidemia colposa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: anziano positivo scappa dall'ospedale di Como e prende un taxi

QuiComo è in caricamento