Attualità Via Mentana

Como Accoglie agli operatori del Mercato coperto: "Da noi massima comprensione"

"Come volontari ci muoviamo da anni, ma servono soluzioni globali". Intanto raccolta fondi da Miniartextil

Oltre che una risposta alla recente lettera aperta inviata dai negozianti del Mercato coperto di Como, che ha fra i destinatari anche i volontari di Como Accoglie, la dichiarazione dell’associazione vuole essere anche un ringraziamento a Miniartextil che ha deciso di portare in scena il proprio evento di portata internazionale negli spazi dell'ex chiesa di San Francesco e, in questa stessa occasione, di raccogliere fondi a favore proprio di Como Accoglie. Secondo i volontari, questo è “un segnale chiaro, civico e consapevole da parte del mondo dell’arte della nostra città. Contemporaneamente - continua con gratitudine l'associazione - il Comune apre a un nuovo dialogo e a una collaborazione importante, per cercare soluzioni a una delle situazioni più spinose di questi anni, ovvero quella dei bivacchi al mercato coperto”. Proprio agli operatori di questa struttura già da anni va la comprensione degli operatori di Como Accoglie, che hanno spesso compiuto azioni concrete come quella della pulizia mattutina. Como Accoglie e i senzatetto puliscono il portico di San Francesco Ma, ci tiene a ricordare l’associazione “parliamo di problemi di natura globale, che non vengono affrontati con lungimiranza dalle istituzioni sovranazionali e dei governi, ma che al contrario si scaricano su quella fascia della popolazione più fragile e a rischio di emarginazione e di conseguenza sui singoli cittadini. Ora ci sembra che a Como sia reale il desiderio di affrontare i problemi anziché ignorarli”. Per far comprendere come il problema sia percepito in modo pungente da tutti i coinvolti, gli operatori ci riportano alcune delle dichiarazioni di coloro che dormono fuori da San Francesco: “Io mi vergogno di dover fare la pipì sul muro – dice L., un giovane senzatetto, ma se non ci sono servizi igienici aperti, come si può fare?”. “Non è giusto che i ragazzi che passano per andare a scuola la mattina ci vedano in queste condizioni" aggiunge R. Concludono i volontari di Como Accoglie: Crediamo che l’ascolto delle diverse esigenze e la collaborazione sia la strada giusta e confidiamo che questo porti in tempi rapidi a miglioramenti. Da parte nostra continueremo a dare una mano, come stiamo facendo già da tre anni, consapevoli del fatto che non possiamo sostituirci alle istituzioni e agli enti pubblici o religiosi, ma anche del valore dell’azione dei singoli cittadini, soprattutto quando riescono a organizzarsi e a collaborare tra loro nei diversi contesti sociali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como Accoglie agli operatori del Mercato coperto: "Da noi massima comprensione"

QuiComo è in caricamento