rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità

La classifica del crimine: Como al decimo posto per contrabbando

La classifica aggiornata del Sole 24 Ore: la nostra provincia in generale è al 91° posto, ma "spicca" per alcuni reati particolari

Il Sole 24 Ore ha redatto la nuova classifica dell'indice di criminalità delle varie città italiane che registra le denunce in relazione al totale dei reati commessi nei vari territori nel 2020. La prima della lista è Milano che conta 4.866,3 denunce ogni centomila abitanti.

Nella classifica generale Como è al 91° posto quindi non risulta essere una città particolarmente avvezza al crimine.

Se andiamo a prendere in considerazione i vari crimini esaminati vediamo che la nostra provincia è nella parte alta della classifica del crimine per quanto riguarda il contrabbando, dove Como rientra tra le prime 10 (la numero 1 in questa sezione è Napoli, seguita da Caserta, La Spezia e Genova).

Nelle 37 tipologie di reato prese in considerazione Como è al 32° posto per i crimini legati alle violenze sessuali con una percentuale di 7,8 denunce per questo reato ogni 100mila abitanti. 

Per quanto riguarda invece i danneggiamenti Como è al 56° posto, al 50° per lo sfruttamento della prostituzione. 

Le grandi aree metropolitane si confermano tra quelle con il maggior numero di denunce: sono tutte tra le prime venti province. Al secondo posto infatti, dopo Milano, sale Bologna, poi Rimini e Prato mentre Roma scende al settimo posto. Il calo più marcato di reati nel 2020 si registra a Firenze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La classifica del crimine: Como al decimo posto per contrabbando

QuiComo è in caricamento