rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Attualità Centro storico / Lungo Lario Trento

I cigni dei lago di Como contro tutti: pantegane, rifiuti e inciviltà. Manca poco alla schiusa delle uova

Mancano pochissimi giorni ma le incognite sono tante: video e foto

Sono anni che la longeva coppia di cigni del lago di Como prova a portare a termine la covata. Sono oramai conosciuti da tutti e la città di Como fa il tifo per questa coppia che prova ancora ad "allargare la famiglia".

(sotto foto del nido appena fatto 17 marzo 2022)

Nido cigni 17 marzo-2

Purtroppo non ci sono mai riusciti, spesso a causa delle alluvioni o del livello dell'acqua del lago che saliva troppo e distruggeva il loro nido. Inutili i vari interventi degli addetti ai lavori (ndr. per i cittadini comuni l'invito è quello di non toccarli e non spostare niente e, ovviamente, di non buttargli rifiuti addosso!) perchè se si sposta il nido mamma cigno non va più a covare. Quest'anno, secondo i calcoli dei più informati che controllano regolarmente il nido, mancano pochissimi giorni alla nascita dei piccoli ma le difficoltà non sono poche e la certezza del lieto fine è solo una speranza. 

(Video di ieri sera 26 aprile 2022)

Il primo nemico sono le pantegane che escono da un buco e insidiano mamma cigno che certamente si difende ma i roditori sono molto ostinati e potrebbero già aver rubato o rotto alcune uova. Ci sono poi gli incivili che buttano ogni tipo di rifiuto dove c'è il nido: tante, tantissime le mascherine anti covid, ma anche lattine e cartoni della birra che avevamo già documentato, sempre grazie a Loris Lucini. Infine se quest'anno data la siccità il livello del lago è stato sempre molto basso, le onde causate dal passaggio dei traghetti si fanno sempre più vicine e con le piogge previste nei prossimi giorni l'acqua potrebbe raggiungere il nido. Considerando che le uova sono state deposte tra il 17 e il 20 marzo e che la cova dura circa 38 giorni quest'anno potrebbero davvero farcela anche se le incognite e le difficoltà sono tante. 

(rifiuti sul nido dei cigni il 21 marzo 2022)

20 marzo-2

Anche questa volta il luogo scelto non sembra essere molto sicuro. Adesso il livello del lago è basso e non piove da quasi un mese ma quel punto, vicino alla diga del porticciolo sul Lungo Lario Trieste se confermate le piogge del fine settimana, potrebbe allagarsi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I cigni dei lago di Como contro tutti: pantegane, rifiuti e inciviltà. Manca poco alla schiusa delle uova

QuiComo è in caricamento