menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cermenate, sciopero ad oltranza fuori dalla Bolton: "Vogliamo certezze"

La protesta riguarda i 64 lavoratori e lavoratrici (circa l’80 per cento), da 18 anni all'interno dello stabilimento di Cermenate

Oggi, mercoledì 13 gennaio, sciopero a oltranza alla Bolton Food spA di Cermenate. La protesta riguarda i 64 lavoratori e lavoratrici (circa l’80 per cento), da 18 anni all'interno dello stabilimento di Cermenate.
La Filt Cgil di Como, infatti, ribadisce la propria assoluta contrarietà alla decisione della cooperativa Delfinia di delocalizzare il comparto confezionamento e magazzino a Vignate, a circa 55 chilometri da Cermenate dove si trova ora.
«Abbiamo provato a evitare fino alla fine lo sciopero - commenta Giovanni Riccardi, segretario provinciale Filt Cgil Como - ma dopo la riunione di oggi, siamo costretti perché non sono state fornite certezze su nessuna nostra richiesta. Abbiamo richiesto, senza risultato, che la cooperativa Delfinia garantisca il salario ai lavoratori per il periodo dal 18 al 29 gennaio poiché la chiusura del comparto per lo spostamento non dipende da loro. Non ci sarà un servizio navetta fra Cermenate e Vignate per il personale, e da parte di Sda Express Courier (il committente al quale Bolton Food SpA ha affidato la gestione dei reparti in questione, che a sua volta ha suballatato a Delfinia), non c'è stata fornita alcuna certezza sulla prosecuzione dell'appalto con Bolton per garantire la continuità occupazionale, oltre al mancato impegno nel trovare un nuovo sito nel Comasco dove spostare l'impianto«.

Lo sciopero andrà avanti fino a quando non si troverà un accordo. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia in zona gialla (rafforzata) dal 26 aprile: cosa riapre

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento