Venerdì, 23 Luglio 2021
Attualità

Castelnuovo Bozzente, la magia dei campi che si tingono di viola: ecco il motivo

Tutto parte da un'iniziativa a favore delle api e degli insetti impollinatori, e ce lo spiega il consigliere comunale con delega all'agricoltura Gabriele Bosetti

In questi giorni, c’è un fatto curioso che sta rendendo protagonista le campagne del comune di Castelnuovo Bozzente. Passando per il paese, infatti, non si può far a meno di notare che molti campi coltivati si stanno meravigliosamente tingendo di viola. Sono tantissime le persone curiose che si stanno fermando ad ammirare questi insoliti colori e che si fermano a scattare fotografie. 

Ma come mai i campi si stanno tingendo di viola? 

Tutto parte da un'iniziativa a favore delle api e degli insetti impollinatori, e ce lo spiega il consigliere comunale con delega all'agricoltura Gabriele Bosetti: 

«Molte persone, compresi agricoltori professionisti, ci stanno chiedendo in questi giorni, quale coltura tinge così armoniosamente di lilla le nostre campagne. Una ragazza, di passaggio, vedendomi accanto accanto a uno di questi campi, mentre controllavo la coltura, si è fermata chiedendomi se fossero coltivazioni di lavanda come in Provenza. In realtà, non si tratta di lavanda, ma di Facelia. Una specie erbacea originaria del Messico, che risulta essere tra le specie vegetali più attrattive e ricche di nettare per le api»

«Questa coltivazione, continua Bosetti, fa parte di un’importante iniziativa Comunale, sostenuta da questa amministrazione, per la tutela di api e insetti impollinatori, nel progetto “Castelnuovo paese amico delle api” che si è sviluppato su più step, uno dei punti cardine era la collaborazione con le aziende agricole locali, per la semina di alcuni ettari di questa essenza. Al di là quindi della curiosità che sta suscitando, del gradevole impatto ambientale grazie ai suoi fiori viola e degli innumerevoli fotografi più o meno amatoriali che stanno apprezzando questa coltivazione, lo scopo di queste colture, ad elevato contenuto di nettare, è quello di nutrire api e impollinatori in momenti in cui le fioriture naturali iniziano a scemare.

Il consigliere per farci capire l’importanza dei campi di Facelia, ci racconta ciò che si sente in prossimità di queste coltivazioni: «Se questi paesaggi potessero avere un suono, sarebbe la melodia del ronzio di migliaia di instancabili api e bombi che volano di fiore in fiore». 

La natura, però, va solo ammirata ed è importante che i campi di Facelia non vengano calpestati, cosa che interromperebbe il lavoro delle api. 

ll progetto coinvolge anche associazione apicoltori di Como e apicoltori locali. L’iniziativa è stata promossa da Regione Lombardia sul proprio portale, e rientra tra i 17 punti stabiliti dall’Onu per la salvaguardia del pianeta. Un bene per gli occhi, e per il pianeta!

Campi 2-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelnuovo Bozzente, la magia dei campi che si tingono di viola: ecco il motivo

QuiComo è in caricamento