rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità Argegno / Strada Statale 340

Una nuova linea dei bus tra Como e Argegno: la risposta del trasporto pubblico al turismo di massa

Le novità di Asf Autolinee per l'estate promettono di offrire un servizio migliore ai turisti

In vista della stagione estiva e per rispondere alla crescente domanda, ASF Autolinee annuncia importanti novità che entreranno in vigore il 9 giugno 2024, puntando a potenziare l'offerta di trasporto su diverse linee. Ieri sera, in una riunione alla quale hanno partecipato rappresentanti della Provincia, di ASF Autolinee e dell'Agenzia TPL Como-Lecco-Varese, sono state presentate ai sindaci dei territori interessati le modifiche previste per le linee C10 e C30, che collegano le due sponde del lago. Inoltre, è stata annunciata con grande enfasi la creazione della nuova linea C25, che collegherà Como Lago ad Argegno. Le linee guida di questi interventi, concordati con l'Agenzia TPL e la Provincia di Como, includono la semplificazione delle denominazioni delle linee, un potenziamento delle corse sia in estate che nel resto dell'anno, con particolare attenzione alle corse notturne, soprattutto nei giorni festivi. Inoltre, è prevista una riorganizzazione degli orari in modo da offrire un servizio più efficace e regolare.

Nuova linea C25 Como-Argegno

È una nuova linea, che risponde a molteplici esigenze: di traffico, di tipologia della domanda e tecniche. Permetterà l’instradamento di tutte le corse C10 e C20 sulla via Panoramica e consentirà di adottare un criterio più semplice, eliminando le situazioni di “confusione” per gli utenti: la C10 comprenderà solo le corse verso Menaggio, la C20 le corse verso Lanzo.
La particolarità della C25 è che percorrerà la strada bassa, via Lago, con questo percorso: Como San Giovanni – Cernobbio - Moltrasio (pontile) - Carate (pontile) - Laglio (piazza Riva) – Torriggia - Brienno (paese) - Argegno (capolinea piazza Roma).  
Il servizio sarà effettuato con vetture idonee, con lunghezza massima di 9.2 metri e sarà attivo tutto l‘anno. La novità è il servizio anche nei festivi (ora inesistente nella via bassa), e sarà rinforzato il venerdì, il sabato e la domenica con un servizio serale che sostituisce quello organizzato negli anni precedenti da alcuni Comuni in forma privata, con partenze serali fino a mezzanotte. 
In termini numerici, ci sarà un incremento dell’offerta annua di oltre 116 mila km e consentirà una miglior distribuzione e separazione dei carichi dei passeggeri.

C10, una linea "R-Link" potenziata

L’idea è di trasformare la C10 in una “R-Link”, vale a dire una linea su gomma con orari coordinati con il sistema ferroviario regionale, che preveda un interscambio sistematico e ripetitivo tra ferro e gomma. Nel caso specifico, la C10 è interessata dalle stazioni ferroviarie di Como Lago, Como San Giovanni e Colico.
Il progetto prevede partenze cadenzate e mnemoniche: da Como al minuto 20 (con rinforzi al minuto 50), da Menaggio per Como al minuto 35 (con rinforzi al minuto 05), da Menaggio per Colico al minuto 30 (con rinforzi al minuto 00), da Colico al minuto 35 (con rinforzi al minuto 05), ad Argegno è previsto l’interscambio da/per la Valle d’Intelvi al minuto 00.
Importante novità è il rinforzo sulla Menaggio-Argegno serale estivo, grazie a mezzi integrati nella C10, che anche in questo caso sostituisce quello organizzato negli anni precedenti da alcuni Comuni in forma privata.
Interessanti i numeri, prevedono un incremento dell’offerta di oltre 15 mila km annui, 21 coppie di corse Como e Menaggio nei feriali di giugno e luglio (per 1.650 posti giornalieri in più per direzione), 18 coppie di corse nei feriali di agosto (per 1.400 posti giornalieri in più per direzione), 12 coppie di corse nei festivi (per 950 posti giornalieri in più per direzione). Tra Colico e Menaggio viaggeranno 16 coppie di corse nei feriali di giugno e luglio (per 1.200 posti giornalieri in più per direzione), 14 coppie nei feriali di agosto (per 1.100 posti giornalieri in più per direzione) e 10 coppie di corse nei festivi (per 800 posti giornalieri in più per direzione).

C30, “R-Link” e offerta estiva potenziata

Anche la C30 è stata ripensata come “R-Link”, con struttura cadenzata. La partenza è prevista da Como al minuto 50 (rinforzi al minuto 20), da Bellagio al minuto 01 (rinforzo al minuto 31). L’interscambio con la C32 (diretta a Pian del Tivano) è previsto a Nesso al minuto 30.
L’incremento dell’offerta annua è calcolato in 60 mila km, sulla Como-Bellagio viaggeranno 27 coppie di corse nei feriali (per 1.350 posti giornalieri in più per direzione): rispetto all’estate 2023, si tratta di un incremento di 4 coppie. Nel mese di agosto l’incremento salirà a 5 coppie. Nei giorni festivi, viaggeranno 18 coppie di corse (per 900 posti giornalieri in più per direzione), con un incremento di 4 coppie rispetto all’estate 2023.  

Un servizio migliore ai turisti

Il presidente della Provincia di Como, Fiorenzo Bongiasca ha spiegato che "ci sono ancora molte cose da fare, ma grazie all'impulso dato dal nuovo amministratore delegato, l'ingegner Bertazzoli, e al lavoro di squadra, sarà possibile realizzare ulteriori progetti che soddisferanno gli utenti, sia cittadini, sia turisti»".
 
Massimo Saverio Bertazzoli (amministratore delegato Asf Autolinee) ha invece spiegato che "questo nuovo programma di esercizio dimostra in modo tangibile l’attenzione di ASF e degli attori istituzionali verso una mobilità integrata e attenta a tutte le esigenze del territorio: non è infatti, dedicato solo ai turisti, ma a tutto il bacino di utenti lariani. Con questo primo passo, ASF Autolinee andrà a servire più puntualmente i turisti percorrendo la via panoramica del lago, ma sarà anche utile, a chi si muove da Menaggio, per raggiungere il luogo di lavoro e studio con una linea più diretta che evita eventuali perturbazioni che possono esserci durante il percorso. In generale, aumenterà l'offerta di posti a sedere e, di conseguenza, la possibilità di un viaggio più confortevole".
 
Giovanni Stefano Galli (presidente Agenzia TPL Como-Lecco-Varese): «L’Agenzia TPL è soddisfatta per il risultato ottenuto. Si tratta di un inizio, e come tale passibile di modifiche in corso d’opera. Si tratta comunque di un intervento importante, che ha messo in gioco, con una proficua collaborazione, enti e società preposte con l’obiettivo di dare all’utenza un servizio sempre migliore».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova linea dei bus tra Como e Argegno: la risposta del trasporto pubblico al turismo di massa

QuiComo è in caricamento