rotate-mobile
Attualità

Bomba nel lago di Como: le foto dell'ordigno trovato in profondità

L'ordigno esplosivo di origine bellica sarà rimosso nella notte

Un altro ordigno bellico è stato ritrovato nel Lago di Como. Come riporta LeccoToday, la bomba,  ùlunga mezzo e metro è stata individuata a circa sette metri di profondità. I dettagli svelano qualcosa in più della bomba trovata nel Lario a Pradello, tra Lecco e Abbadia Lariana, a dicembre: le foto sono state scattate dei sommozzatori dei pompieri e diffuse dal prefetto Castrese De Rosa.

L'ordigno esplosivo sarà rimosso tra mercoledì 12 e giovedì 13. Lo stesso prefetto ha presieduto, lunedì 10 gennaio, una riunione di coordinamento per mettere a punto le operazioni di bonifica dell'area. All’incontro hanno partecipato il sindaco del Comune di Abbadia Lariana Roberto Azzoni, l’assessore ed il responsabile della Protezione Civile della Provincia di Lecco Stefano Simonetti, i vertici delle forze dell’ordine e dei Vigili del fuoco, i rappresentanti del 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona, del Comando Raggruppamento Subacquei ed Incursori della Marina Militare, della Società Navigazione del Lago, dell’Autorità di Bacino del Lario, della Croce Rossa Italiana e di Areu 118.

Interdizione-navigazione bomba Pradello-2-2

La bomba di Pradello sarà portata al Moregallo

L’ordigno, residuato bellico, della lunghezza di circa mezzo metro, è stato rinvenuto da parte dei Vigili del Fuoco del Nucleo Sommozzatori, durante un’attività addestrativa, alla profondità di 7 metri. Durante la riunione sono stati esaminati tutti gli aspetti operativi e procedurali, secondo le competenze di ciascun ente coinvolto, “al fine di garantire che le attività di prelevamento e successivo brillamento dell’ordigno bellico avvengano in assoluta sicurezza a tutela della pubblica incolumità”, spiegano dalla Prefettura.

Le operazioni preliminari che riguarderanno la ricerca, la localizzazione e l’identificazione dell’ordigno saranno svolte il 12 e 13 gennaio prossimi. L’ordigno verrà rimosso, trasportato e messo in sicurezza, sempre in acqua, in località Moregallo del comune di Mandello del Lario e, successivamente, trasportato presso la cava; qui si valuterà se effettuare in loco le operazioni di brillamento, che sono state già pianificate per il prossimo 18 gennaio.

L’Autorità di Bacino del Lario e dei laghi minori ha già predisposto in data odierna un’ordinanza d'interdizione della navigazione da mercoledì 12 a giovedì 13 gennaio, con sospensione di tutte le attività subacquee di balneazione e pesca entro lo specchio d’acqua antistante il comune di Abbadia Lariana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba nel lago di Como: le foto dell'ordigno trovato in profondità

QuiComo è in caricamento