rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Attualità Beregazzo con Figliaro / Via Ronchetto, 9

A Beregazzo con Figliaro anziani e studenti si prendono cura di 120mila api

Alla casa e residenza San Giulio i progetto "Bee Korian"

Tutelare le api mettendo a loro disposizione gli spazi verdi di alcune strutture Korian e creare una sinergia con le scuole dei territori per stimolare il confronto intergenerazionale sul benessere dell’ambiente e la tutela della biodiversità. È “Bee Korian”, il progetto nato in collaborazione con Apicolturaurbana.it, incentrato sull’installazione di otto arnie in quattro strutture Korian in Lombardia, tra queste la Casa e Residenza San Giulio a Beregazzo con Figliaro, dove sono state installate due arnie in grado di tutelare circa 120mila api. L’obiettivo del Gruppo è dare ulteriore concretezza agli obiettivi di responsabilità sociale (riduzione dell’impronta ecologica delle attività) ampliando il progetto nelle dieci regioni in cui è presente.

Collaborazione tra anziani e studenti

“Questo è uno dei progetti di cui siamo più orgogliosi in Korian”, ha commentato Federico Guidoni, Ceo Korian Italia. “Ringrazio Apicolturaurbana.it per accompagnarci in questo percorso di grande spessore, non solo perché ci permette di dare ulteriore concretezza ai nostri obiettivi ESG, ma soprattutto perché ci darà l’opportunità di stimolare un confronto tra generazioni anagraficamente distanti tra loro, i nostri ospiti e i piccoli alunni che abiteranno il nostro Pianeta negli anni a venire. A loro è giusto lasciare un ambiente nelle migliori condizioni possibili, e nel nostro piccolo sappiamo che progetti come questo possono avere un impatto enorme”.

Progetto pilota

Nella prima fase del progetto pilota, dopo l’installazione delle arnie, le api verranno lasciate libere di ambientarsi per qualche giorno, per favorire il loro volo di orientamento prima di essere inserite negli spazi adibiti. La seconda fase, invece, avrà luogo in autunno e favorirà l’incontro tra i giovani alunni e gli ospiti della struttura per diffondere conoscenza sull’importanza delle api per la salute del pianeta. Attraverso webinar e laboratori intergenerazionali bambini e anziani verranno coinvolti in attività educative e stimolanti, affiancati dai professionisti di Apicolturaurbana.it la cui esperienza, unita alla natura docile delle api, garantirà a tutti i partecipanti sicurezza e protezione.

Miele a Km0

Il coinvolgimento dei più giovani è già iniziato con il lancio di un concorso rivolto alle scuole dei quattro territori per chiedere agli alunni di disegnare un’etichetta. Quella che riceverà più voti sulla pagina Facebook della struttura, verrà applicata sui barattoli contenenti il miele biologico prodotto a km0 dalle api. Il miele verrà quindi distribuito a Ospiti e Operatori delle struttura, e naturalmente ai bambini.
“Esistono tanti insetti impollinatori ma le api sono le più abili”, ha spiegato Giuseppe Manno, Fondatore di Apicolturaurbana.it. “Sono oltre 2mila i fiori che una singola ape bottinatrice è in grado di visitare in un solo giorno, va da se che la biodiversità ha bisogno di questo prezioso lavoro. Attraverso i nostri progetti creiamo consapevolezza sull’importanza di questi insetti e trasmettiamo il desiderio di tutela per garantire alle generazioni future cibo di qualità ricco di vitamine e nutrienti, ovvero la frutta e la verdura risultato de processo di impollinazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Beregazzo con Figliaro anziani e studenti si prendono cura di 120mila api

QuiComo è in caricamento