Barni, presidio per salvare l'orto di Don Emilio: il Comune vuole fare un parcheggio

Molti gli striscioni esposti per protesta: “Coltiviamo orti, non automobili!”

Una cinquantina di persone si sono riunite domenica 2 febbraio 2020 a Barni, un comune di poco più di 500 abitanti, in provincia di Como, per salvare l'orto di don Emilio Lorvetti. I presenti erano uniti nel cercare di fermare il progetto del comune, col quale si vorrebbe asfaltare l’area verde per far posto al parcheggio, cancellando l’orto e la memoria dell’attività di don Lorvetti. 

Don Emilio, infatti, fu anche fondatore di una associazione "Tutela dell'ambiente, un dovere comune universale", nata proprio nell’ambito della parrocchia di Barni. 

L'obiettivo dell'associazione è proprio quello di valorizzare il territorio, per far ricordare Barni come il paese della salute e con questa manifestazione le varie associazioni e i partecipanti sperano di salvare l'orto e proseguirne la coltivazione in memoria di don Emilio.

Molti gli striscioni esposti, che inneggiavano alla salvaguardia della terra, contro la cementificazione del territorio: “Chi ama la terra non muore mai; don Emilio tu fiorirai”, “Coltiviamo orti, non automobili!”, “Più orti, meno parcheggi!”, “Giù le mani dalla terra!”.

Il presidio è stato organizzato dal Circolo Ambiente "Ilaria Alpi" e da "Civiltà contadina" ed ha aderito anche il "Gruppo Naturalistico della Brianza, Terra Viva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Como arriva Decathlon: ecco come sarà

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • Dalla Nasa all’apicoltura: il sogno di due ricercatori comaschi salverà il pianeta

  • LIDL arriva a Como e cerca 22 persone da assumere, ecco come candidarsi

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Pessime condizioni igieniche, la polizia chiude un locale di piazza San Rocco a Como: è la seconda volta

Torna su
QuiComo è in caricamento