Attualità

Barni, presidio per salvare l'orto di Don Emilio: il Comune vuole fare un parcheggio

Molti gli striscioni esposti per protesta: “Coltiviamo orti, non automobili!”

Una cinquantina di persone si sono riunite domenica 2 febbraio 2020 a Barni, un comune di poco più di 500 abitanti, in provincia di Como, per salvare l'orto di don Emilio Lorvetti. I presenti erano uniti nel cercare di fermare il progetto del comune, col quale si vorrebbe asfaltare l’area verde per far posto al parcheggio, cancellando l’orto e la memoria dell’attività di don Lorvetti. 

Don Emilio, infatti, fu anche fondatore di una associazione "Tutela dell'ambiente, un dovere comune universale", nata proprio nell’ambito della parrocchia di Barni. 

L'obiettivo dell'associazione è proprio quello di valorizzare il territorio, per far ricordare Barni come il paese della salute e con questa manifestazione le varie associazioni e i partecipanti sperano di salvare l'orto e proseguirne la coltivazione in memoria di don Emilio.

Molti gli striscioni esposti, che inneggiavano alla salvaguardia della terra, contro la cementificazione del territorio: “Chi ama la terra non muore mai; don Emilio tu fiorirai”, “Coltiviamo orti, non automobili!”, “Più orti, meno parcheggi!”, “Giù le mani dalla terra!”.

Il presidio è stato organizzato dal Circolo Ambiente "Ilaria Alpi" e da "Civiltà contadina" ed ha aderito anche il "Gruppo Naturalistico della Brianza, Terra Viva".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barni, presidio per salvare l'orto di Don Emilio: il Comune vuole fare un parcheggio

QuiComo è in caricamento