Lavori di asfaltatura lungo la Statale Regina, dal centro lago fino al confine

Un mese di cantiere con tratti a senso unico alternato, da Brienno a Valsolda

Lavori di asfaltatura in arrivo sulla Statale 340 'Regina' dalla tremezzina al confine di Stato. Dopo i cantieri che hanno interessato, nelle ultime settimane, gran parte della Statale 340dir, in alto lago, dalla prossima settimana le operazioni di risanamento della pavimentazione stradale si sposteranno quindi tra il centro lago e la Val Menaggio.

A comunicarlo è Anas in una circolare inviata a tutti i comuni interessati dai lavori. L'azienda precisa che i lavori riguarderanno tratti saltuari della pavimentazione stradale ricadenti nei comuni di Brienno, Sala Comacina, Griante, Menaggio, Grandola ed Uniti, Carlazzo, Porlezza e Valsolda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I lavori inizieranno a partire da lunedì 7 ottobre 2019, si svolgeranno in fascia oraria notturna dalle 21 alle 6 e dureranno per circa un mese. Durante questo periodo di tempo verranno istituiti lungo il tratto sensi unici alternati regolamentati da impianto semaforico o movieri. Le limitazioni al traffico saranno disposte progressivamente, in funzione dell'avanzamento del cantiere.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Como usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

Torna su
QuiComo è in caricamento