Attualità Como Centro / Via Giuseppe Brambilla, 49

Dopo 14 anni dalla scuola di via Brambilla è sparita "l'anaconda"

Il sindaco Rapinese: "Tre sindaci prima di me non avevano fatto nulla, ma adesso finalmente è stata sotterrata"

L'anaconda era il terrore, si fa per dire, di alunni e insegnanti. Era un lunghissimo e grosso tubo per portare l'acqua agli idranti a servizio della scuola di via Brambilla. Fu posizionata quattordici anni fa per mettere in regola la scuola con la normativa anti-incendio, ma la sua presenza oltre che antiestetica era anche un pericolo. Infatti, diversi bambini e insegnanti hanno finito con l'inciampare, e in qualche caso facendosi anche male. Da oggi l'anaconda, però, sarà solo un ricordo. L'amministrazione comunale ha provveduto a farla interrare. Il sindaco di Como, Alessandro Rapinese, ha colto la palla al balzo per sottolineare l'impegno della propria amministrazione rispetto alle precedenti. "Quel tubo era lì, pronto a far inciampare bambini e insegnanti, più o meno da quando sono diventato consigliere comunale ai tempi del mio predecessore Stefano Bruni - ha scritto Rapinese sulla sua pagina Facebook -. Poi è arrivato Lucini. E l’anaconda l’ha passata liscia. Poi è arrivato Landriscina. E l’anaconda l’ha fatta franca per altri 5 anni. Da settimana scorsa l’anaconda è stata sotterrata. Povera anaconda. Un passo alla volta le nostre scuole torneranno ad essere luoghi sicuri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 14 anni dalla scuola di via Brambilla è sparita "l'anaconda"
QuiComo è in caricamento