menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Telegraph invita gli inglesi a venire a Como: "È l'anno migliore perché non ci sono gli americani"

Un curioso articolo sul lago di Como è apparso sul famoso giornale inglese

«Non c'è mai stato un anno migliore per gli inglesi per visitare il Lago di Como. Ed  è un luogo ideale per un lungo weekend.  E i grandi alberghi intorno al lago, da Villa d'Este, la più antica e maestosa di tutte, al Mandarin Oriental, l'ultimo nato dell'isolato, sono aperti per affari.  Inoltre, i ricchi vacanzieri americani e australiani che vanno a Como in alta stagione e prenotano in blocco le migliori stanze "per generazioni", semplicemente non possono arrivarci.»

Così, con il classico e pungente British humour,  il famoso quotidiano, anche online, del Regno Unito, invita i suoi cittadini ad approfittare, quest'anno più che mai, per venire sul lago di Como. L'articolo con questa bizzarra affermmazione è apparso ieri, 12 agosto, nella versione web e si intitola: "Come vivere il lago di Como in stile vip, proprio come Harry e Meghan".

Questo perchè, come spiegato nel testo, la real coppia (che ora ha rinunciato ai privilegi nobiliari) aveva trascorso, nel 2018, le vacanze in casa Clooney, ovvero Villa Oleandra, pare proprio per riposarsi dalle fatiche e dalle rigide regole imposte durante la celebrazione del loro matrimonio. Sahsha Slater, l'autore dell'articolo, scrive che però ci sono posti ancora pià sfarzosi in cui soggiornare quest'anno perchè gli americani e gli australiani non possono venire e conclude la prima parte del suo testo (prima di descrivere le bellezze di Como e dintorni) con questa frase:

«Non sono molte le cose per cui ringraziare il Coronavirus, ma la disponibilità di suite vista lago a Como ad agosto è sicuramente una di queste». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia in zona gialla (rafforzata) dal 26 aprile: cosa riapre

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento