Annunci Viale Geno

Sede di Viale Geno, la vicenda non è chiusa: Pallanuoto Como presenta il quarto ricorso

Da verificare, secondo l'avvocato Rallo, l'attività agonistica di 14 tesserati di Como Nuoto

Nella conferenza stampa di questa mattina, 9 settembre, Pallanuoto Como ha spiegato quali saranno i prossimi passi nella vicenda che vede la sede di Viale Geno contesa tra le due società: Pallanuoto Como e Como Nuoto.

Carte alla mano, Giovanni Dato, il presidente della società Pallanuoto Como e l'avvocato Roberto Rallo, hanno spiegato uno dei punti principali su cui verterà il ricorso. Si tratta di 14 tesserati di Como Nuoto che, come richiesto dal bando, avrebbero dovuto svolgere attività agonistica. Invece pare che siano dei semplici tesserati o che comunque nell'ultimo triennio non abbiano svolto attività agonistica come richiesto. Inoltre nessuno di coloro che avrebbe dovuto controllare la documentazione ai fini dell'assegnazione del bando, avrebbe verificato attentamente.

Questo elemento, che pesa nel bando per ben 10 punti, è stato poi interpretato diversamente, con un sottile ma efficace cambiamento a favore del Como Nuoto, ovvero ‘sino a 10 punti in ordine al numero di tesserati come agonisti’. La cosa più grave, comunque è che di queste 14 persone tesserate da Como Nuoto, nessuna avrebbe svolto attività agonistica. 

«Queste 14 persone, che non corrispondono alle richieste dell’Amministrazione, comporterebbero l'immediata decadenza di Como Nuoto rispetto all’assegnazione del bando».

Rallo e dato-2

L'avvocato Roberto Rallo ha poi spiegato che il trattamento ricevuto da parte dell'amministrazione verso le due società in gara non è stato omogeneo ed è quindi anche una questione di mera Giustizia (con la G maiuscola), il voler andare fino in fondo alla faccenda. 

«Ci sono stati atteggiamenti differenti nei confronti delle due società. Il nostro obiettivo è dimostrare che quando si ha diritto a ottenere qualcosa, il diritto deve essere riconosciuto. Quindi in questa settimana verrà presentato nuovamente un ricorso al Tar e verrà proposta denuncia nei confronti di chi ha svolto in malo modo attività istruttoria e nei confronti di chi si è permesso di fare affermazioni gratuite nei nostri confronti».

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sede di Viale Geno, la vicenda non è chiusa: Pallanuoto Como presenta il quarto ricorso

QuiComo è in caricamento