Passaggio della Stecca a Grandate: donate tre "casette dei libri" per il bookcrossing

Festa per la Classe del 1969

Le classi 1968 e 1969 di Grandate

Grande festa a Grandate per il tradizionale passaggio della Stecca: domenica 20 gennaio 2019 la cerimonia di avvicendamento tra la classe del 1968 e quella del 1969. Una giornata di emozione per i neocinquantenni: al centro l'amicizia che dopo tanti anni lega ancora i coscritti.

La Coppa dell'Amicizia e della Solidarietà

L'evento, che a Grandate si celebra dal 1986, è stato arricchito dal passaggio non soltanto della Stecca ma anche della Coppa dell'Amicizia e della Solidarietà: un'idea di Renato Bravin, uno dei "papà" della tradizione a Grandate, che ha fatto realizzare dal signor Ponti questa coppa che rappresenta un albero di ulivo che sorregge una grolla in legno (creata dalla falegnameria del paese).

Il passaggio della Stecca

Durante la messa, celebrata nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo, il parroco don Roberto Pandolfi ha benedetto la Stecca e la Coppa. Poi le due Classi, 1968 e 1969, si sono riunite al centro sportivo San Pos dove c'è stata la cerimonia ufficiale con l'amministrazione e il sindaco Monica Luraschi: qui il momento del vero e proprio passaggio del testimone.

Sulla Stecca sono state apposte le due medaglie: quella del 1968 (che rappresentava una lavagna e la scritta "La scuola che cambia" legata alle manifestazioni studentesche che hanno caratterizzato quell'anno) e quella del 1969 che invece ricorda lo sbarco dell'uomo sulla luna, avvenuto proprio nel 1969 ("Un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l'umanità" la citazione riportata).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il dono della Classe 1969: le "Casette dei libri"

Come tradizione, ogni anno i coscritti fanno un dono al paese: la classe del 1969 ha deciso di regalare tre "casette dei libri" per il bookcrossing che verranno installate in tre punti di Grandate. Le casette ospiteranno alcuni testi che chiunque potrà prendere e leggere gratuitamente per poi restituirle in modo che siano fruibili e a disposizione di tutta la cittadinanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como cancella l'Iva e diventa un Duty Free a cielo aperto. Obiettivo: attrarre gli stranieri

  • Nel cielo di Como lo spettacolo della cometa di Neowise, visibile a occhio nudo

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Lago di Como, prendono il sole completamente nudi: multati

  • 10 motivi per cui il Lago di Como è il più bello del mondo

  • Laura, negoziante guerriera, dice no a Como duty free

Torna su
QuiComo è in caricamento