Sofia, 13 anni, gravemente malata: l'associazione Lullaby di Maslianico organizza una festa per aiutarla

Un gruppo di giovani amici uniti dal desiderio di fare vero volontariato inaugura la propria attività di beneficenza con questo evento

I ragazzi dell'associazione Lullaby

Sofia, 13 anni, è gravemente malata. E come spesso accade in questi casi costi e spese per le cure possono mettere mettere a dura prova una famiglia. Se ne rendono ben conto, anche se ancora molto giovani, i ragazzi della neo-nata associazione Lullaby di Maslianico. Una quindicina di studenti che hanno deciso di unirsi in un'associazione di volontariato per aiutare le persone in difficoltà, proprio partendo da Sofia, una ragazzina del loro paese che conoscono fin da quando era bambina.

L'8 settembre i ragazzi di Lullaby inaugurano la loro attività di beneficenza con un evento dedicato proprio a raccogliere fondi da devolvere alla famiglia di Sofia, in modo da poter alleggerire il peso economico delle costose cure.

I ragazzi di Lullaby

"Vogliamo essere d’esempio per trasmettere un messaggio positivo - spiega la giovane presidente Elena Rizzato - perché la beneficienza ormai tra noi giovani è catalogata come “noiosa” o da “adulti”. Noi siamo tutti ragazzi di 19-20 anni. La nostra linea di pensiero verte sul coinvolgere il più possibile giovani di tutte le età. Abbiamo iniziato con una donazione di materiale online, attraverso Amazon. Abbiamo creato una “lista di desideri” dove abbiamo inserito tutti gli oggetti necessari per realizzare l’evento (dai rotoli di carta agli addobbi) e, nonostante l’iniziale sfiducia, ci siamo stupiti per il quantitativo di donazioni che ci sono state recapitate. Tantissime persone hanno utilizzato questo nuovo mezzo di supporto".

La festa per Sofia

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’evento dell'8 settembre sarà strutturato in 3 momenti. Dalle 14 alle 18:00 ci saranno dei laboratori tenuti da diverse associazioni territoriali. Il range di attività sarà abbastanza ampio: sport, creatività, riciclaggio, arti circensi. Dalle 18.30 in poi street food  con la speciale collaborazione dell’associazione Ozanam. Dalle 21 alle 24 Dj set e fluo party. Tutto il ricavato sarà devoluto alla famiglia di Sofia. Aggiornamenti sono visibili sulla pagina Facebook.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

  • Idee anticrisi, ecco i dining bonds: li paghi meno di quello che valgono, li spendi alla riapertura del ristorante

  • Bonus spesa e cibo: gli aiuti del governo in provincia di Como arriveranno attraverso i servizi sociali

  • 81 morti per coronavirus all'ospedale Sant'Anna dall'inizio dell'emergenza

Torna su
QuiComo è in caricamento