Precampionato Volley A2M: sconfitta per il Pool Libertas

Nell'allenamento congiunto al PalaBanca di Piacenza, i canturini cedono ai padroni di casa

Allenamento congiunto ieri (12 settembre) nel precampionato canturino. Al PalaBanca di Piacenza, a fronteggiarsi con i padroni di casa, la neo promossa in Superlega Gas Sales, c’era infatti la Libertas Cantù, che è però stata sconfitta terminando l’incontro con zero set vinti. Il coach Luciano Cominetti aveva scelto di iniziare l’incontro posizionando il sestetto titolare, con Mirko Baratti al palleggio, Raydel Poey opposto, Roberto Cominetti e Matheus Motzo in banda, Dario Monguzzi e Martins Arasomwan al centro, e Luca Butti e Gabriele Rudi che si alternano nel ruolo di libero, ma nel corso del match ha ruotato tutti i giocatori della rosa, in modo tale da poter meglio valutare tutti gli elementi a sua disposizione.

La non ancora perfetta condizione del palleggiatore milanese condiziona il gioco canturino, che non è ancora fluido come vorrebbe il suo Coach. Ne segue una partita a senso unico, con i piacentini a guidare in ogni set, con l'eccezione del terzo parziale, nel quale i canturini riescono a lottare fino a metà per poi cedere al cospetto delle battute di Fei (2 ace e ben 6 muri per l'ex Nazionale e Sisley Treviso). L’unico giocatore canturino che raggiunge la doppia cifra di palloni messi a terra è Raydel Poey con 10 punti personali. L'attacco è il fondamentale che più paga, con solo il 34% totale di positività a fine match. Buona la prova in ricezione, con il 36% di perfetta e il 56% di positiva, con Roberto Cominetti che si conferma come uno dei migliori del campionato (55% perfetta, 73% positiva). Bene in battuta (4 ace con 11 errori diretti), mentre il muro sta ancora registrando tutti i meccanismi necessari (solo 5 a terra contro i 12 degli avversari).

“Purtroppo abbiamo pagato più del previsto la non perfetta condizione di Mirko Baratti – spiega il Coach –. Quando ci si trova in una situazione come quella odierna, di sovraccarico negli arti inferiori e anche il palleggio è poco preciso, poi paga tutta la squadra, e abbiamo lasciato molto spazio al gioco dei nostri avversari. La paura che abbiamo avuto a un certo punto non ha aiutato, e abbiamo ceduto anche in ricezione, che fino a quel momento era stato uno dei nostri fondamentali migliori. Domenica ci aspetta il test con Mondovì, dovremo ritrovare il nostro ritmo, ma sono sicuro che andrà meglio”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Giovanni, senzatetto orgoglioso

  • Tragedia sui monti di Sorico: cacciatore morto per prendere un cervo

  • Como, picchia la moglie in centro: il video dell'arresto

  • Incidente a Mariano Comense: morto un motocilista di 53 anni

  • Drammatica scoperta in Municipio a Como: lago di sangue in un bagno di Palazzo Cernezzi

  • Como, la celebrazione dell'impresa di Fiume scatena le polemiche

Torna su
QuiComo è in caricamento