Volley: bene le ragazze di Cermenate, male i canturini

Pool Libertas continua a perdere in casa

Le ragazze del Volley Cermenate, in serie D, durante la partita contro Milano

Giocavano fuori casa ieri sera, 18 gennaio, le ragazze della serie D femminile, del Volley Cermenate. Le atlete lariane hanno perso il primo set contro l’AG Milano, ma hanno trovato la grinta per ribaltare il risultato, chiudendo il mach con un 3 a 1.
Il primo set era stato dominato dalla squadra di casa che lo aveva chiuso senza troppa fatica con un parziale di 25-15. Già nel secondo set però Cermenate aveva mostrato di essere entrato in gioco, ecco allora le ragazze della Virtus arrivare a 20-25. Il terzo set è più combattuto e altalenante, ma alla fine è la formazione guidata dalla coppia Pietroni-Proverbio a piazzare il break decisivo e chiudere a 23-25. Il quarto set invece, a parte un iniziale avanzamento delle milanesi, è tutto lariano e la partita si chiude con un abbondante 12-25.
Nel prossimo turno di campionato Cermenate ospiterà Volley Segrate 1978, sabato 25 gennaio 2020, alle 20.30.

pool libertas cantù volley Patrizia Tettamanti-2
 
Non è andata altrettanto bene ai maschietti del Pool Libertas Cantù che hanno invece perso in casa contro il Sieco Service Ortona, che invece si conferma seconda in classifica.

La squadra lariana allenata dal Coach Cominetti quest’anno non ha ancora vinto a Cantù e la partita di ieri sera conferma il trend negativo: nel primo set Ortona scatta subito avanti e, complice anche alcuni errori dei lariani, chiude con un 20-25.
Nel secondo set è il Pool Libertas a lanciarsi avanti subito fino allo 0-6. Ma gli abruzzesi non mollano e alla fine chiudono 25-22.
Nel terzo set la Sieco Service strappa subito (3-5). Da lì il Pool Libertas non riuscirà più a recuperare e pareggiare i conti, aumentando sempre più la distanza con gli avversari, fino a una chiusura molto deludente sul 14-25.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In questa partita volevamo dimostrare di poter fare bene davanti al nostro pubblico – ha dichiarato a fine partita Coach Cominetti - Purtroppo non ce l'abbiamo fatta, anche perché non è facile fare subito risultato con un cambio in un ruolo cardine come quello del palleggiatore. Non possiamo, però, aspettare più di tanto: noi metteremo in campo tutto per permetterci di non lasciare niente al caso. Reggio si è comportato bene nelle prime fasi, per poi calare leggermente nel finale. È con noi solo da una settimana, però ho visto dei buoni segnali che fanno ben sperare. Abbiamo ancora 8 partite da giocare: vincerle tutte sarà impossibile, ma dovremo cercare di fare di tutto per portare a casa più punti possibile per avvicinarci sempre più alla salvezza. Sarà un cammino durissimo, ma la speranza è l'ultima a morire”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, drogava una bimba, abusava di lei e poi vendeva i video: emersi nuovi elementi

  • Ritrovato il corpo di Mattia Gandola, annegato nel lago del Segrino

  • Come si vive a Como? Ecco le risposte di alcuni abitanti: "Paesaggi bellissimi, ma è una città per vecchi"

  • La testimonianza: "In Svizzera il Covid vissuto con coscienza, in Italia la mascherina è più un bavaglio"

  • Como, si sposano i due senzatetto Silvia e Alessandro: il primo incontro fu su una panchina 10 anni fa

  • Doccia fredda per turismo e commercio a Como: la frontiera con il Ticino non riprirà il 3 giugno

Torna su
QuiComo è in caricamento