Dalla Nasa all’apicoltura: il sogno di due ricercatori comaschi salverà il pianeta

Storia della startup brianzola che ha richiamato in Italia 13 cervelli in fuga

"Se l'ape scomparisse, all'uomo non resterebbero che 4 anni di vita". Albert Einstein

Niccolò Calandri e Riccardo Balzaretti, entrambi nati e cresciuti nella provincia di Como, hanno fondato insieme, nel 2016, 3Bee, la cui sede amministrativa e operativa si trova a Fino Mornasco (ma altre due centrali operative sono a Milano e Napoli).  3Bee è un'azienda agri tech che ha come mission principale quella di salvare le api attraverso il sostegno agli apicoltori.

La storia di 3Bee, da Boston a Fino Mornasco

Dopo la laurea e un dottorato - in elettronica uno e in biologia l'altro - i due amici lavoravano all'estero. Niccolò era a Boston e i suoi progetti di sistemi elettronici per l'analisi profonda dello spazio, per la misurazione delle stelle, erano commissionati dalla NASA. Riccardo invece lavorava in Irlanda ma continua a coltivare la sua grande passione, l'apicoltura. Quando i due si rincontrano scoprono di avere un bisogno comune, quello di cambiare il mondo, di migliorarlo, in modo più percettibile di quanto già stiano facendo: "Mi rendevo conto - dice Niccolò - che quando facevo a Boston era importante, ma lavorare su concetti così ampi e astratti non mi dava il senso dell'immediato cambiamento che invece cercavo. Quindi quando ho rincontrato Riccardo che aveva questa passione per le api, ho capito che lì potevo trovare la mia nuova strada". È ormai noto che le api sono responsabili del 70% della capacità del nostro pianeta di produrre fiori e frutti, ma anche che sia merito loro il 50%-70% della biodiversità. "Ma le api in natura praticamente non esistono più: gli apicoltore non sono soltanto allevatori, sono eroi moderni che, con un lavoro complicato, minuzioso e in cui a volte le variabili sembrano imprevedibili, favoriscono in modo sostanziale il nostro ecosistema".

Nicolò Calandri-2

Ecco allora la scelta dei due giovani amici di usare le loro competenze per favorire questo lavoro, renderlo più efficace, aumentandone il guadagno. Nasce così Hive-Tech, un dispositivo elettronico legato a un app, che ogni apicoltore con un costo assolutamente basico può installare nei suoi alveari. "Il meccanismo misura tutti i parametri delle api, grazie a degli algoritmi inventati da noi. Una soluzione molto semplicemente, che riduce drasticamente la mortalità nello sciame, aumentano i guadagni e la qualità della vita professionale dell'apicoltore. Inoltre in questo modo il miele è completa tracciato".

13 cervelli in fuga arrivano a Fino Mornasco

Ma un'azienda non si fa in 2, sono gli stessi fondatori a ricordarlo, allora ecco che nel giro di pochi mesi dopo la fondazione Nicolò e Riccardo chiamano altri 11 laureati italiani, molti dei quali lavoravano all'estero, e con loro mettono in piedi questa realtà. Un'azienda ultramoderna che risente positivamente degli anni che i fondatori hanno speso all'estero, in cui lo smart working, per esempio, è la prassi, se appena è possibile.3bee fino mornasco-3

Adotta un alveare (anche in provincia di Como)

Eppure Niccolò, Riccardo e i loro collaboratori non si accontentano: questa azienda è nata per salvare il pianeta. Nasce allora il progetto Adotta un alveare, con lo scopo di creare biodiversità: "Il meccanismo è estremamente semplice:  tu scegli un apicoltore vicino a casa tua - in provincia di Como per esempio c’è l'azienda agricola L'ape balzerina -, scegli il tipo di miele che vuoi produrre, scegli addirittura l'arnia che preferisci e per tutto l'anno monitori le tue api grazie all’app di 3Bee. Alla fine dell'anno ricevi a casa il tuo miele puntualmente tracciato e hai aiutato l'apicoltore a creare biodiversità e a salvaguardare le api". Il costo per partecipare al progetto è veramente minimale è dà a chiunque la possibilità di aiutare, nella pratica, il pianeta.

hive-tech_3bee fino mornasco-2

Oggi sono Piemonte e Lombardia le regioni che utilizzano di più Hive-Tech, ma il prodotto è venduto in centinaia di esemplari in tutta Italia e da qualche mese è arrivato in Australia e Nuova Zelanda, dove i cambiamenti climatici stanno facendo più vittime fra le api.

Nuovi progetti per l’azienda di Fino Mornasco

È chiaro che gente così non può fermarsi. E allora ecco che un nuovo progetto è già nella culla. "Cerchiamo aziende che ci supportino e che attivino servizi di biodiversità aiutandoci a sostenere gli apicoltori in tutta Italia. Per esempio lavoriamo già con Altroconsumo, ma stiamo stipulando accordi con almeno una decina di organismi”.
Ci sono quindi tanti modi per aiutare 3Bee a salvare le api… e il pianeta!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Como arriva Decathlon: ecco come sarà

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • Dalla Nasa all’apicoltura: il sogno di due ricercatori comaschi salverà il pianeta

  • LIDL arriva a Como e cerca 22 persone da assumere, ecco come candidarsi

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Pessime condizioni igieniche, la polizia chiude un locale di piazza San Rocco a Como: è la seconda volta

Torna su
QuiComo è in caricamento