Como, i furbetti del sacco rosso

Sono i sacchetti che Aprica usa per i cestini pubblici

I sacchi rossi che appaiono quasi ogni giorno in piazzale Duca d'Aosta a Como

Come ci segnala un nostro lettore, da diverso tempo in via Duca D'Aosta, all'angolo con via Viganò, sono apparsi spesso dei sacchi rossi pieni di pattume indifferenziato, gettati insieme a quelli correttamente smaltiti. Un doppio problema quindi: da una parte l'impossibilità per gli operatori ecologici di dividere questi rifiuti e dall’altra la natura stessa del sacchetto. Si tratta infatti di quei sacchi rossi che Aprica, l'azienda con appalto a Como per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, usa per i cestini pubblici e non distribuisce invece ai cittadini che, lo ricordiamo, hanno a disposizione sacchi grigi e gialli per indifferenziata e plastica e bidoni blu, verdi e marroni per carta, vetro e umido.

Come mai ignoti cittadini sono in possesso di questi sacchetti non regolamentari? Sono già stati multati per lo smaltimento illecito ma continuano comunque a comportarsi così? Oppure nessuno a livello istituzionale si è ancora accorto? Sono questi gli interrogativi che si pone il lettore che ci ha fatto la segnalazione.
Ora non resta che attendere che vengano presi provvedimenti. In un'epoca di grande consapevolezza ecologica, in cui la maggior parte di noi è quotidianamente impegnata per la salvaguardia del pianeta, spesso a partire proprio del corretto smaltimento dei rifiuti, non è accettabile che la sconsideratezza di pochi vanifichi il lavoro di tanti altri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • A Como arriva Decathlon: ecco come sarà

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Dalla Nasa all’apicoltura: il sogno di due ricercatori comaschi salverà il pianeta

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Pessime condizioni igieniche, la polizia chiude un locale di piazza San Rocco a Como: è la seconda volta

Torna su
QuiComo è in caricamento