OLO creative farm: da Como a Roma per lo show alla Farnesina

Digital Art Experience in collaborazione con il Bright Festival

Olo Creative Farm: la Farnesina

La promozione della cultura italiana all’estero rappresenta una delle priorità del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed una componente fondamentale del piano di promozione integrata “vivere ALL’italiana”. In questo ambito e con l’obiettivo di valorizzare all’estero artisti italiani contemporanei, il MAECI – in collaborazione con Bright Festival e nella programmazione di Videocittà – ha deciso di lanciare il progetto “Farnesina: Digital Art Experience”: una mostra collettiva itinerante di arte digitale, organizzata dagli Istituti Italiani di Cultura, che nel 2020 e 2021 farà tappa in sei città del mondo.

Il progetto è stato presentato al pubblico italiano il 13 e 14 dicembre 2019 nella forma di uno spettacolo di videomapping che ha come sfondo e tema la facciata del Palazzo della Farnesina. La proiezione – mai realizzata prima – ha consentito di celebrare con una modalità dinamica e contemporanea l’architettura del Palazzo, anche in occasione del ventesimo anniversario della fondazione della Collezione di arte contemporanea italiana alla Farnesina.

L’iniziativa è stata promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con Bright Festival, realtà fiorentina che ha recentemente lanciato il suo format di Formazione e Intrattenimento sui temi dell’innovazione digitale coinvolgendo i principali artisti e studi di progettazione che operano nel settore visual, lighting & interaction design. Dopo aver ospitato installazioni multimediali ed esperienze immersive provenienti da tutto il Paese, Bright Festival ha radunato per l’occasione le eccellenze che negli ultimi anni si sono distinte a livello nazionale per le loro opere artistiche, di videomapping e non solo. Tra queste anche OLO creative farm di Como.

OLO creative farm nasce nel gennaio 2005 per opera di Mattia Amadori, Andrea Corti e Max de Ponti. Dalle video-installazioni ai video musicali, dai visual ai concerti, dalla videoarte alle installazioni di luce interattive, OLO creative farm spazia in ogni ambito della comunicazione visiva. L’interattività e le esperienze immersive giocano inoltre un ruolo cardine nella sperimentazione dello studio, sempre dedito a trovare nuove strade per avvicinare la tecnologia all’uomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese, ecco le indicazioni del Ministero della Salute

  • Blitz nella notte a Camerlata, il simbolo della Pace al posto di quello della Lega Lombarda

  • Como, dramma in via Leoni: trovata una donna morta

  • Parchi al posto delle dogane e un laghetto a Monte Olimpino: è il progetto svizzero che piace agli italiani

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Como, i furbetti del sacco rosso

Torna su
QuiComo è in caricamento