Sportello unico per il Welfare trasloca in via Napoleona

Sarà operativo dal 16 febbraio al terzo piano del monoblocco dell'ex Sant'Anna

Lo Sportello Unico per il Welfare (SUW) di Como cambia sede. Il servizio, attualmente sito in via Croce Rossa 1, sarà operativo da venerdì 16 febbraio in via Napoleona, al terzo piano del padiglione monoblocco del Poliambulatorio dell’Asst Lariana. Sarà collocato nella stessa ala che ospita il Centro Servizi per la presa in carico dei pazienti cronici, in modo da offrire in un unico luogo prestazioni sanitarie e sociosanitarie.
Lo Sportello si occupa di fornire informazioni e consulenze per disabilità e non autosufficienza, Assistenza Domiciliare Integrata (ADI), stati vegetativi, SLA, gravi e gravissime disabilità, ricoveri in RSA / RSD, ricoveri di sollievo, malati terminali, cure palliative, integrazione con i Servizi sociali per buoni e voucher, dimissioni protette o concordate e di ogni altra opportunità che dovesse rendersi accessibile per l'utenza e le famiglie che si confrontano con un problema di non autosufficienza.
Particolare importanza riveste il fatto che presso questi uffici sportello vengono effettuate consulenze personalizzate sulle diverse opportunità che la normativa e la rete pubblica e privata dei servizi offrono in materia.
Al momento gli orari di apertura al pubblico rimarranno gli stessi (lunedì – mercoledì – venerdì dalle 8.30 alle 11.00 e martedì-giovedì su appuntamento), ma è in previsione a breve un ampliamento. Inoltre, per facilitare l’utenza è previsto che il 16, il 19, il 21 e il 23 febbraio gli sportelli rimangano aperti, negli orari indicati, in  entrambe le sedi.
“Il trasloco – spiega Vittorio Bosio, direttore socio sanitario dell’Asst Lariana - è il risultato di una riorganizzazione delle attività e di una razionalizzazione degli spazi assegnati agli operatori in un contesto accogliente e rinnovato, facilmente raggiungibile e dove sono a disposizione molti altri servizi nell’ottica della realizzazione di una vera e propria cittadella sanitaria”.
I numeri
“Le attività erogate dal SUW – aggiunge  Isabella Cerofolini, direttrice della Unità Operativa Cronicità e Fragilità - sono anche la porta di ingresso ai percorsi socio-sanitari accessibili tramite l’Asst Lariana e un punto di integrazione dei servizi socio-sanitari e assistenziali. Il nostro ufficio di Como ogni anno prende in carico 1.200 pazienti in assistenza domiciliare e 300 persone nei percorsi welfare. Sono inoltre prodotte 900 valutazioni multidimensionali dei bisogni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, drogava una bimba, abusava di lei e poi vendeva i video: emersi nuovi elementi

  • Como, aliante caduto a Tavernola

  • Come si vive a Como? Ecco le risposte di alcuni abitanti: "Paesaggi bellissimi, ma è una città per vecchi"

  • Doccia fredda per turismo e commercio a Como: la frontiera con il Ticino non riprirà il 3 giugno

  • Como, si sposano i due senzatetto Silvia e Alessandro: il primo incontro fu su una panchina 10 anni fa

  • Ibrahimovic: gita con il compagno Hakan Calhanoglu sul Lago di Como

Torna su
QuiComo è in caricamento