Emergenza influenza a Como, più soldi a infermieri e operatori del Sant'Anna per il super lavoro

Stanziati 20mila euro per gli incentivi. All'ospedale di Cantù prosegue il blocco dei ricoveri programmati

Repertorio

Incentivi economici a 150 lavoratori dell'ospedale Sant'Anna di Como per il super lavoro di queste settimane per far fronte all'emergenza influenza. Intanto prosegue all'ospedale di Cantù il blocco dei ricoveri programmati per far fronte al picco del virus.

Gli incentivi economici

Asst Lariana e Organizzazioni Sindacali hanno sottoscritto un accordo per ridurre il disagio degli operatori coinvolti nel piano di gestione del sovraffollamento causato dal picco influenzale. 
Il provvedimento riguarda 150 lavoratori (124 infermieri e 26 Oss-Ota) delle Degenze Mediche 1, 2 e 3 e della Degenza Chirurgica 2 per l’assistenza, garantita da turni aggiuntivi, dei pazienti degenti nei posti letto attivati nella struttura di San Fermo della Battaglia per far fronte alla necessità di ricoveri nel momento di maggior diffusione del virus, e in particolare per il periodo che va dal 14 gennaio e fino al 9 marzo.
L’Asst Lariana, che riconoscerà anche gli straordinari per i turni aggiuntivi, ha messo a disposizione incentivi per 20mila euro.

Questo provvedimento segue a un'altra decisione che riguarda l’area dell’Emergenza-Urgenza. L’Azienda nei giorni scorsi ha unificato le équipe del comparto sanitario del Pronto Soccorso Generale, Pediatrico, Sala Gessi del Sant’Anna con quella della Medicina per Acuti-Obi (Osservazione breve intensiva) in modo da estendere l’indennità specifica contrattuale prevista finora solo per la Medicina per Acuti-Obi con retroattività dal primo gennaio di quest’anno.

Il commento del direttore generale di Asst Lariana Banfi

Il direttore generale di Asst Lariana Banfi, l’RSU e le Organizzazioni Sindacali sottolineano: “Questi sono due importanti risultati ottenuti a seguito della trattativa sindacale del 23 gennaio scorso che riguardano la gestione dell’iperafflusso causato dal picco influenzale. La Direzione e la RSU hanno evidenziato l'opportunità di riconoscere la valorizzazione del personale delle degenze coinvolte nel progetto e, più in generale, del Pronto Soccorso di San Fermo. In questo caso si tratta di un riconoscimento dell’impegno non solo circoscritto a situazioni stagionali di iperafflusso ma anche di quello profuso durante tutto l’anno e a fronte del progressivo aumento degli accessi e dell’attività”.

“Questa nuova fase delle relazioni sindacali – concludono Banfi, l’RSU e le Organizzazioni Sindacali - sta di fatto risolvendo lo stato di agitazione del personale apertosi con il tavolo prefettizio il 26 novembre 2018, ponendo anche le basi per l’avvio di un percorso finalizzato ad attenuare lo stato di disagio più volte lamentato dai lavoratori della Asst Lariana”.

Blocco dei ricoveri programmati all'ospedale di Cantù

Intanto prosegue anche per la giornata di giovedì 7 febbraio 2019 il blocco dei ricoveri programmati all'ospedale Sant'Antonio Abate di Cantù, già attivato nei giorni scorsi.
L'Osservatorio istituito nel presidio di via Domea ha valutato di utilizzare ancora una volta questa misura a causa dell'elevato numero dei pazienti da ricoverare, arrivati in Pronto Soccorso con complicanze dell'influenza. Dalla mezzanotte alle 16 di mercoledì 6 febbraio gli accessi al Pronto Soccorso della struttura canturina sono stati 50 (82 sulle 24 ore è il numero che fa scattare il sovraffollamento).

C'è da ricordare che i pazienti del Pronto sono inquadrati dal punto di vista diagnostico-terapeutico e assistiti dal punto vista infermieristico durante tutta la loro permanenza in reparto. Da segnalare, infine, che per i pazienti che al Triage saranno accettati con un codice "minore" (verde, azzurro o bianco), quindi con problematiche non gravi, si prevedono lunghe attese per la presa in carico e di rivolgersi prima di accedere alle strutture di Pronto Soccorso al medico di medicina generale, al pediatra di famiglia o al servizio di Guardia Medica che rappresentano un ottimo "filtro" per evitare situazioni di sovraffollamento nei Pronto Soccorso.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Peccato solo per gli statali e non per i privati. È sempre la solita storia con le agevolazioni agli statali.

Notizie di oggi

  • Meteo

    Grandinate in provincia di Como: foto e video dei lettori

  • Attualità

    Per gli inglesi il Lago di Como è la seconda meta più desiderata d'Europa e la prima in Italia

  • Meteo

    Previsioni meteo a Como, basta maltempo: in arrivo 10 giorni di sole

  • WeekEnd

    I 10 eventi da non perdere questo weekend a Como

I più letti della settimana

  • Pericolo zecche a Como, ecco come proteggersi

  • Lyubon, ucraina: uccisa mentre camminava sul bordo della strada

  • Il ciclista Ballerini multato da un vigile a Como: ecco com'è finita in tribunale

  • Investita da un'auto: donna di 37 anni morta a Beregazzo con Figliaro

  • Cantù, un mitra da guerra rubato in auto nel parcheggio di Acqua e Sapone: arrestati

  • Como, incidente in via Napoleona: donna ferita

Torna su
QuiComo è in caricamento